/ Saluzzese

Saluzzese | 26 settembre 2016, 11:15

Ostana, domani a Roma la consegna del premio “Comunità Forestali Sostenibili 2016”

Il piccolo comune dell’Alta Valle Po si è classificato secondo a livello nazionale

Il sindaco di Ostana, Giacomo Lombardo

Il sindaco di Ostana, Giacomo Lombardo

Domani, martedì 27 settembre, a Roma, presso gli Uffici del Corpo Forestale dello Stato, avrà luogo la cerimonia di premiazione del Premio “Comunità Forestali Sostenibili”, promosso da Legambiente e Pefc per premiare le buone pratiche di gestione territoriale e forestale delle aree interne.

Un’iniziativa nata con l’intento di valorizzare le migliori pratiche a tutela del patrimonio forestale italiano che, oltre ad aiutare lo sviluppo delle aree interne montane e collinari, rafforzano le filiere virtuose e indicano la direzione da intraprendere per offrire esempi da conoscere e replicare.

Il Comune di Ostana si è aggiudicato il secondo posto in classifica con il progetto “Ostana: ritorno e sviluppo consapevoli”, in lizza nella sezione: “Miglior gestione forestale”. Si tratta di un altro prestigioso riconoscimento per l’ente, dopo il Premio Vassallo per la buona politica, ed il Premio internazionale “Fare Paesaggio” indetto dall’osservatorio per il paesaggio di Trento.

Soddisfatto il sindaco Giacomo Lombardo: “Sicuramente a Ostana rimane molto da fare, ma riconoscimenti del genere danno una bella spinta a continuare ad impegnarsi per la montagna”.

Sempre più spesso, infatti, il Comune di Ostana è indicato come caso di studio e riferimento per il recupero delle borgate alpine: “Non esiste una soluzione unica per la rinascita della montagna. Forse l’unico insegnamento universale che possiamo dare da Ostana è quello di non arrendersi di fronte a sfide che paiono impossibili”.

Nel caso specifico, sono state quattro le “buone pratiche ripetibili” che hanno portato sul podio del premio Comunità forestali.

L’Associazione fondiaria “Ritorno ai prati”. Fondata il 15 giugno 2013, l’Associazione fondiaria “Ritorno ai prati” si adopera per strappare i terreni montani dall’incuria e dall’abbandono, favorendo il re insediamento e lo sfruttamento sostenibile del territorio. L’associazione si propone superare l’ostacolo dell’eccessiva frammentazione delle proprietà agendo come interlocutore unico per la stipula di contratti di affitto.

Le azioni di contenimento del bosco d’invasione. Attraverso una sperimentazione pilota condotta nell’ultimo quinquennio, è stato incentivato il pascolo ovino sulle piccole proprietà intorno all’abitato, ai fini del contenimento del bosco d’invasione. Nei casi più gravi, sono state intraprese azioni di sfalcio e disboscamento. Queste iniziative, unite alla costante accortezza nell’affidamento dei pascoli, hanno permesso di ripulire le antiche vie comunali, oggi fruite e apprezzate dagli escursionisti.

Il piano di conservazione e restauro delle zone umide. Le zone umide di Ostana sono da sempre oggetto di attività pastorali. Tuttavia, la ripartizione non razionale del carico di bestiame perpetuata negli anni è stata all’origine del decadimento generale della qualità foraggera e della perdita di biodiversità. La mappatura, condotta tra il 2014 e il 2015, è stata finalizzata all’impostazione di un nuovo modello di gestione pastorale in grado di ottimizzare, senza mai offendere, le risorse del territorio.

La promozione di filiere corte. Grazie alla cooperazione di due margari locali è nato nel 2015 “Pasturo dal Sere”, denominazione comunale per un formaggio a pasta semi cotta che ha riscontrato il favore del pubblico, tanto da essere presentato a Bra nell’ambito dell’ultima edizione della rassegna internazionale “Cheese. Una giovane agricoltrice ha scelto Ostana per avviare una nuova azienda agricola votata al biologico, affiancata da un piccolo laboratorio alimentare per essiccazione e trasformazione dei prodotti e punto vendita.

 

Ni.Ber.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium