/ Cuneo e valli

Cuneo e valli | 14 febbraio 2017, 13:20

“Esenzione del canone RAI per le zone non coperte dal segnale”: il Consiglio regionale approva l’ordine del giorno 5Stelle

Chiesta al Governo nazionale la sospensione del pagamento del canone a tutti i cittadini che attualmente non possono usufruire del servizio e di garantire l'efficienza dei ripetitori

Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Niente più canone per le zone montane del Piemonte in cui non arriva il segnale RAI.

È quanto prevede un ordine del giorno presentato dal Movimento 5 Stelle, approvato dal Consiglio regionale, in cui si impegna la Giunta a richiedere al Governo nazionale la sospensione del pagamento del canone a tutti i cittadini che attualmente non possono usufruire del servizio e di garantire l'efficienza dei ripetitori in modo da giungere ad una risoluzione del problema valutando diverse opzioni come il potenziamento del segnale terrestre o l'acquisto di frequenze satellitari dedicate.

Ad oggi – dichiara Federico Valetti, consigliere regionale M5S - in Piemonte le aree non coperte da segnale RAI sono circa il 14% del totale, prevalentemente situate in zone montane.

Le zone montane del Piemonte stanno già subendo una totale desertificazione di servizi, basti pensare alla chiusura degli uffici postali.

In questo caso la situazione è ancora più grave, non solo il servizio non viene erogato al pari delle zone a valle, ma il cittadino è persino costretto a pagare. È arrivato il momento di fare una scelta: o il governo investe per potenziare il segnale oppure i cittadini di queste zone devono essere esentati dal canone”.

c.s.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium