/ Eventi

Eventi | 20 febbraio 2017, 16:58

Posti esauriti a teatro e 3.100 euro per la titolare di un piccolo allevamento di Amatrice

Iniziativa della Zonta club di Saluzzo, in aiuto ad una donna proprietaria dell’allevamento di mucche e caseificio danneggiati dal terremoto. La donna aprirà il caseificio in un container. La zia di Carlo del Teatro del Marchesato ripete il suo successo per una causa di solidarietà

Monica Leoni, allevatrice di Amatrice a cui è destinata la somma raccolta dallo Zonta con lo spettacolo La zia di Carlo

Monica Leoni, allevatrice di Amatrice a cui è destinata la somma raccolta dallo Zonta con lo spettacolo La zia di Carlo

Successo di pubblico e di solidarietà quello andato in scena sabato 18 febbraio al civico Magda Olivero nell’ambito iniziativa Zonta Saluzzo “Insieme per Amatrice”. Si tratta di "La zia di Carlo" opera in due atti di Brandon Thomas adattati e tradotti da Ugo Rizzato per la regia di Valter Scarafia, portati in scena dalla compagnia La Fenice. 

Biglietti esauriti e 3.100  euro raccolti  per la causa del club femminile volta a sostenere le donne colpite dal terremoto nel centro Italia. La somma aiuterà la proprietaria di un piccolo allevamento di mucche con caseificio di  Amatrice.

"Il nostro service  segue  la linea dell’obiettivo Zonta di aiutare le donne  – ha spiegato la presidente Flavia Cerutti  -  era iniziato con la cena di Natale, in cui avevamo raccolto 1.100 euro consegnati ad una piccola imprenditrice di Amatrice, Chiara Buffa  proprietaria di un agriturismo con  fattoria didattica, nominativo  a noi segnalato dalla Confagricoltura di Viterbo. Abbiamo poi individuato la necessità di un'altra donna che abbiamo contattato direttamente per avere un quadro della situazione".

Monica Leoni  è la proprietaria di un’azienda con vacche da latte. Già con la prima scossa del 30 novembre la stalla aveva subito danni ma il peggio è arrivato quando, con le ultime scosse dei mesi scorsi, sia la sua casa che il piccolo caseificio sono diventati assolutamente inagibili.

"Con i suoi risparmi ha acquistato una roulotte dove adesso vive (non potendo abbandonare  gli animali ) ed ora, con la tenacia tipica degli abruzzesi e  delle donne, sta cercando, con l’ aiuto di privati  e  associazioni  di riaprire caseificio che allestirà in un container. Sentire dalla viva voce la sua storia mi ha particolarmente colpita ma ancora di più  mi hanno commosso i suoi ringraziamenti espressi con voce rotta dall’ emozione, ringraziamenti che mi ha chiesto di rivolgere ai presenti"

La presidente Zonta ha espresso i ringraziamenti a chi  ha acquistato i biglietti, all’ Amministrazione per aver  messo gratuitamente a disposizione il teatro, al  capocomico del Teatro del Marchesato Valter Scarafia e al cast della compagnia teatrale” La Fenice” diretta da Anna Maria  Gavatorta  

Vilma Brignone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium