/ Viabilità

Viabilità | 17 marzo 2017, 19:50

Autotrasportatori in corteo: il 18 marzo, in tutta Italia, è il "Tir Day"

Si protesta contro le mancate risposte del Governo: in Piemonte gli autotrasportatori sono 6264, di cui 4356 artigiani A Torino gli autotrasportatori sono 1393, di cui 849 artigiani

Foto generica

Foto generica

“Tir Day”: il 18 marzo, in tutta Italia gli autotrasportatori aderenti a Unatras (Unione Nazionale delle Associazioni dell’Autotrasporto Merci) si mobiliteranno per protestare contro le mancate risposte del Governo ai problemi irrisolti del settore.

Le iniziative del ‘Tir Day’ coinvolgono al momento 18 città - tra cui Cuneo, Asti e Novara - e 11 regioni, tra cui il Piemonte e prevedono cortei di camion, conferenze stampa, sit in davanti alle sedi della Motorizzazione Civile e delle Prefetture, incontri con Parlamentari ed esponenti delle istituzioni.

Questa mattina siamo stati in Prefettura – spiega Aldo Caranta, Presidente di Confartigianato Piemonte Trasporti – affinché faccia da tramite con il Governo e spieghi la situazione dei nostri autotrasportatori per avere risposte alle tante questioni rimaste in sospeso. A cominciare dalla determinazione mensile dei costi indicativi di esercizio e dalle iniziative contro la concorrenza sleale e l’abusivismo dei vettori esteri per garantire trasparenza e regolarità nel mercato.

In Piemonte gli autotrasportatori sono 6264, di cui 4356 artigiani A Torino gli autotrasportatori sono 1393, di cui 849 artigianiSugli autotrasportatori pesano anche le mancate risposte sul fronte di norme e sanzioni per chi non rispetta i tempi di pagamento dei servizi di trasporto. Sollecitano, inoltre, lo sblocco immediato del rilascio delle autorizzazioni per i trasporti eccezionali e il pieno funzionamento delle Motorizzazioni civili.

In questi anni abbiamo assistito alla costante riduzione delle risorse a disposizione dell’autotrasporto, settore fondamentale per l’economia e che necessita di misure specifiche per competere sul mercato internazionale. Se non otterremo risposte ed il mantenimento degli impegni assunti, come ad esempio il rimborso delle accise sui veicoli euro 3 – dichiara Aldo Caranta – saremo pronti, nostro malgrado, ad attuare la sospensione dei servizi in difesa degli interessi dei nostri imprenditori.

c.s.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium