/ Cuneo e valli

Cuneo e valli | 18 agosto 2017, 15:45

Demonte: con il Fai aperture e visite dei luoghi storici ed artistici

Alla scoperta dell'antica cittadina occitana della valle Stura, con la collaborazione dell'Associazione Culturale Amici di Demonte

Demonte: con il Fai aperture e visite dei luoghi storici ed artistici

La Delegazione Fai di Cuneo festeggia l'estate con un'iniziativa eccezionale e unica, per far riscoprire il patrimonio d'arte, storia e natura di un piccolo angolo del nostro Paese.

Una grande festa di piazza, accessibile a tutti: famiglie, curiosi e amanti del bello per conoscere Demonte, il paese che, come dice il nome in occitano, sta “lassù, ai piedi dei monti”.

Insieme all'Associazione Culturale Amici di Demonte e con il sostegno del Comune di Demonte, Fondazione CRC, Pro Loco di Demonte, Attività Produttive di Demonte e Acqua Sant'Anna, vi aspetta domenica 20 agosto, a partire dalle ore 10 fino alle ore 18, per farvi visitare i suoi luoghi storici e artistici animati da musica, esposizioni, mostre e sorprese varie, in una grande festa di partecipazione popolare per tutti coloro che - sempre più numerosi - ricercano nei tesori del nostro patrimonio storico-artistico e paesaggistico non solo le radici della propria identità, ma anche quella particolare emozione che offre la visione partecipata del bello, per vivere insieme tante storie diverse, che raccontano un’unica grande storia: la nostra.

Un’esperienza che porta unarinata consapevolezza nella nostra vita quotidiana, guardando con nuovi occhi le città ed i paesi che viviamo, spesso senza conoscerne la storia e le bellezze.

Luoghi che vediamo tutti i giorni, senza “guardarli” davvero, da vivere, per una volta, come “turisti in casa propria”. Dalle ore 9,30 i volontari accoglieranno i visitatori al banco Fai collocato in piazza Statuto, di fronte all'Ufficio del Turismo, per le registrazioni e per fornire tutte le informazioni sulla giornata.

Per le visite libere è previsto un contributo minimo di 5 euro per sostenere la Fondazione e le sue iniziative.

Ognuno potrà crearsi il proprio libero e ideale itinerario fra i luoghi aperti per l'occasione: Palazzo Borelli (ex Palazzo Bolleris - 1606), dove l'attore Luca Occelli, nei panni del conte Borelli in persona, accoglierà i visitatori conducendoli nelle sale affrescate della nobile dimora costruita ai piedi della rocca feudale, in parte ricostruito nel 1707 in stile barocco, con la bella facciata dall'influenza guariniana.Nelle sale interne è allestito lo spazio dedicato a Lalla Romano e l'interessante mostra“Un lungo cammino fiorito” con le opere dalla ceramista Luciana Magrini, recentementedonate all'Associazione Culturale Amici di Demonte. Al secondo piano si potrà visitare la mostra di arte contemporanea dell'artista inglese Rebecca Forster.

La Galleria Carlo Alberto con l'adiacente Palazzetto, che ospitò re Carlo Alberto nei suoi frequenti sopralluoghi ai lavori di costruzione del Forte di Vinadio (1834/47). Nella galleria sarà allestita la mostra “Il re di bastoni” con l'esposizione di bastoni da montagna intagliatida Battista Gai.

Il Parco Borelli, su cui nel XIII secolo era costruito il Castello degli Angiò e dei Bolleris, con l'antica ghiacciaia perfettamente conservata e i terrazzamenti che conducono alla torre ottocentesca in stile medievale. Nelle serre sarà allestita la mostra fotografica “Demonte e frazioni” mentre nel parco suoneranno le note di musiche tradizionali del duo “Nico e Giampi” alla fisarmonica e organetto.

Nel parco sarà visitabile l'antica Cappella di San Bernardo di origini trecentesche, successivamente rimaneggiata nell'Ottocento in stile Neogotico. All'interno il pubblico sarà accolto dal duo musicale “Brondello e Lotti” al violino e chitarra.

La Chiesa parrocchiale di San Donato, di origine trecentesca, sarà aperta solo nel pomeriggio per consentire al pubblico di ammirare alcuni particolari degni di nota, come l'affresco della battaglia di Lepanto di Giovanni Claret del 1665, o il crocefisso ligneo del XVsec. mentre Jean Pierre Desmero farà risuonare le canne dell'organo con musica sacra.

La vicina Chiesa della Confraternita di Santa Croce, del 1540, sarà invece aperta tutto il giorno per consentire di visitarne gli interni e le opere custodite.

Curiosa sarà la visita della Casa del Maniscalco, dove sono stati raccolti cimeli e oggetti divita quotidiana di un mondo che non esiste più.

Da percorrere con interesse l'antica via porticata, con i caratteristici capitelli in pietra di epoca angioina che la rendono un esempio di architettura urbanistica medievale di grande pregio, purtroppo in grave pericolo a causa del continuo e pericoloso traffico pesante che transita sulla strada. Sotto i portici la musica folk e occitana dei Destartavelà animerà l'intera giornata.

Sarà aperto Palazzo De Andreis (sede del Municipio), edificio nobiliare con i suoi belli ambienti interni.

Per concludere, la Chiesa della Misericordia o di San Giovanni Decollato, in cui è previsto un concerto di violino e violoncello del milanese Duo Vivaldi.

Un itinerario culturale ricco di curiosità e di contenuti in cui i visitatori saranno seguiti dai volontari Fai e dell'Associazione Culturale Amici di Demonte con l'ausilio di “guide” d'eccezione: gli Apprendisti Ciceroni, ragazzi della Scuola Media di Demonte appositamente formati che illustreranno gli aspetti storico-artistici dei monumenti.

La partecipazione attiva dei ragazzi è unacaratteristica fondamentale del FAI: una straordinaria occasione per coinvolgere il mondo della scuola e dei giovani con un’esperienza di cittadinanza attiva; un’opportunità per sensibilizzare lenuove generazioni nei confronti del patrimonio artistico italiano, di cui saranno i futuri fruitori eresponsabili.

Per gli iscritti al FAI sarà possibile visitare i luoghi in un vero e proprio tour guidato da una guida storica esperta, con l'ingresso esclusivo in Villa Lanza, accolti personalmente dallacontessa Lorenza Lanza.

Contributo visita guidata 10 euro.

Prenotazioni www.faiprenotazioni.it – 0171.67575 – delegazionefai.cuneo@fondoambiente.it.

Per la pausa pranzo, a partire dalle ore 13, è possibile partecipare ad un pic-nic organizzato nelparco Borelli: contributo 7 euro; su prenotazione.

 

c.s.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium