/ Cronaca

Cronaca | 22 agosto 2017, 09:32

L’inquietante vicenda del “passeur a sua insaputa” con legami alla camorra

Il Tribunale di Nizza lo condanna a un anno di prigione, ma crescono i dubbi su infiltrazioni camorristiche nel traffico di esseri umani tra Ventimiglia e la Francia

L’inquietante vicenda del “passeur a sua insaputa” con legami alla camorra

La domanda se l’è posta la Procuratrice della Repubblica, in Tribunale a Nizza: siamo di fronte alle vicissitudini di uno sprovveduto o ad un  “salto di livello” nella triste e criminale vicenda del traffico di essere umani tra l’Italia e la Francia?

Alla sbarra un italiano di 26 anni, napoletano, che è stato fermato dalla polizia al casello autostradale di Menton con a bordo due uomini, uno algerino e l’altro tunisino, privi di documenti.

L’italiano, fermato dalla polizia e giudicato per direttissima dal Tribunale di Nizza, ha sostenuto di aver dato un  passaggio ad un suo conoscente e all’amico di quest’ultimo, senza sapere che i due fossero in situazione irregolare e  privi di documenti.

A incuriosire, prima e a insospettire poi gli inquirenti è stato il fatto che il “passeur  a sua insaputa”, fosse  noto agli inquirenti per “ accointances (collegamenti ndr)  avec la Camorra, la tentaculaire mafia napolitaine”.

Di qui il dubbio che tra Ventimiglia e la Francia si sia aperta una nuova, inquietante pagina, relativa alla “gestione” di quanti tentano di passare, senza documenti, il confine.

La Procuratrice della Repubblica ha chiesto, per l’italiano, una condanna a  otto mesi di carcere con la condizionale, il Tribunale si è rivelato meno indulgente comminandogli un anno di prigione, sempre con la condizionale. Raccomandandogli, nel caso decidesse di ritornare in Francia, di farlo con “l’automobile vuota”.

La figura del “passeur a sua insaputa” non pare abbia convinto più di tanto, anche se l’ombra del dubbio ha scongiurato una condanna ben più pesante.

In ogni caso è stato attivato un più approfondito  monitoraggio della situazione per comprendere se sia in atto un’infiltrazione della criminalità organizzata in questo triste traffico di esseri umani.

Beppe Tassone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium