/ Attualità

Attualità | 31 ottobre 2017, 14:45

Crisi Burgo, "ricuciti" i rapporti tra sindacati e azienda: "Ora si entri nel merito della trattativa"

Durante l'incontro le sigle e i rappresentanti della Regione presenti hanno ribadito la richiesta di sospendere i 143 licenziamenti e di attuare un piano industriale

Crisi Burgo, "ricuciti" i rapporti tra sindacati e azienda: "Ora si entri nel merito della trattativa"

Dopo venti giorni Burgo e sindacati tornano ad incontrarsi sulla vertenza della cartiera di Verzuolo. Vertenza che vede coinvolti 143 lavoratori su cui dallo scorso 2 ottobre pende la procedura di licenziamento collettivo, a seguito della comunicazione da parte della dirigenza del gruppo di voler dismettere la linea ottava (produttrice di carta patinata) entro l'inizio del 2018. 

L'ultimo incontro tra le parti era avvenuto durante l'apertura di un tavolo di crisi regionale lo scorso 11 ottobre. Da allora le mobilitazioni e gli scioperi avevano portato la Burgo Group alla scelta di sospendere le relazioni con i sindacati per il: "clima di forte tensione che si è venuto a determinare". Saltato per questo motivo l'incontro di martedì 24 ottobre in Confindustria. Come ha fatto discutere l'assenza di una rappresentanza della cartiera durante il consiglio comunale aperto del 20 ottobre (incontro in cui hanno partecipato 21 istituzioni dei comuni del circondario, Provincia, Regione e rappresentanti cuneesi del Governo oltre lavoratori e sindacati).

In quell'occasione il sindaco Giancarlo Panero aveva palesato la volontà di convocare un incontro in comune per "ricucire i rapporti tra le parti al fine di favorire il prosieguo della trattativa".

Incontro (durato circa un ora e mezza) avvenuto oggi, martedì 31 ottobre, nella Sala del Consiglio comunale di Verzuolo. Al tavolo presente anche una rappresentanza della Regione, sindacati (Rsu, sigle provinciali della categoria dei cartai oltre al segretario provinciale Cisl Massimiliano Campana e Giancluca Carega della segreteria nazionale di Slc Cgil).

Per la Burgo presenti Franco Montevecchi, Paolo Simonato e il direttore tecnico di stabilimento Raffaele Marinucci.

"Abbiamo ripreso un dialogo con la mediazione del sindaco"- spiegano Lina Simonetti (Filca Cisl) e Walter Biancotto (Slc Cgil) - "Non era questa l'occasione per entrare nel merito della trattativa. Ma abbiamo comunque ribadito, insieme alla Regione, la richiesta di sospendere i licenziamenti e di attuare un piano industriale per garantire un futuro alla stabilimento."

Le parti torneranno ad incontrarsi giovedì 9 novembre ad Altavilla Vicentina dove è presente la sede legale della Burgo Group. Fino a quel giorno non sono previste mobilitazioni o scioperi.

"I tempi sono stretti" - spiega il sindaco Panero al termine dell'incontro - "Oggi si sono poste le basi per ripartire e proseguire la trattativa sul fronte sindacale e regionale. Ora bisogna entrare nel merito."

Daniele Caponnetto

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium