Attualità - 15 novembre 2017, 13:33

A Cuneo 80 posti letto per i senza tetto, ma gli stagionali della frutta dormono ancora al Movicentro

"Abbiamo fatto il possibile, a questo punto è una loro scelta", ha commentato il vicesindaco Patrizia Manassero

Immagine scattata qualche settimana fa

Immagine scattata qualche settimana fa

"Dal mio punto di vista non posso che dire di aver fatto tutto il possibile. Tra la struttura della Croce Rossa e quelle messe a disposizione da altre associazioni del territorio, sono circa 80 i posti letto per i senzatetto a Cuneo". A dirlo Patrizia Manassero, vicesindaco di Cuneo.

La questione riguarda, principalmente ma non solo, i ragazzi, stagionali della frutta, che da molte settimane dormono nel sottopasso del Movicentro, alla stazione di Cuneo. Proprio per loro, con un discreto anticipo rispetto ad altri anni, è stato aperto, ormai un mese fa, il dormitorio gestito dalla Croce Rossa in via Bongioanni (35 posti letto, possibilità di doccia e colazione). Ma molti di loro continuano a dormire nel sottopasso, tra i cartoni.

"I ragazzi hanno continuano a dormire lì per loro scelta. Li abbiamo avvisati in ogni modo. I contratti di lavoro sono cessati lo scorso 31 ottobre, stanno aspettando di essere pagati, dopodiché torneranno nei loro Paesi. Presto, grazie alla collaborazione di alcune associazioni, puliremo e ripristineremo la zona", la conclusione della Manassero.

Paolo Signoretti, presidente della Croce Rossa di Cuneo: "Solo negli ultimi giorni abbiamo avuto praticamente tutti i posti occupati, con questa ondata di freddo. Fino ad una settimana fa avevamo sempre una decina di posti liberi. Rispetto agli ospiti già conosciuti, che vengono da noi da qualche anno, i volti nuovi sono pochi. Ci tengo ad evidenziare che siamo andati personalmente, con i volontari, ad invitare i ragazzi del Movicentro a venire da noi. Ci piange il cuore vederli dormire a terra, tra i cartoni, e sapere di avere dieci posti liberi a disposizione".

 

bsimonelli

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU