/ Volley

Volley | 30 novembre 2017, 09:31

Volley, Serie B maschile - Cuneo, Flavio Cefaratti avverte: "Con il Sant'Anna serve la partita perfetta"

Il centrale della formazione cuneese è in dubbio per la partita di domenica, ma carica i compagni: "Affrontiamo una delle squadre più forti del campionato, non sarà facile metterla in difficoltà"

Flavio Cefaratti insieme a coach Pezzoli

Flavio Cefaratti insieme a coach Pezzoli

Un problema muscolare l’ha costretto a saltare due partite. Flavio Cefaratti sta facendo di tutto per recuperare in vista della partita di domenica pomeriggio, quando l’UBI Banca San Bernardo Cuneo ospiterà l’ottimo Sant’Anna di Simeon. Un match che arriva dopo la bella vittoria ottenuta sabato a Savigliano.

«Sabato abbiamo fatto una bella partita – ha affermato il centrale a Campioni.cnfinalmente abbiamo vinto una partita combattuta e tirato fuori il carattere, come voleva il coach». Domenica pomeriggio arriverà al Pala UBI Banca l’ottimo Sant’Anna di Simeon. «Una partita importante, contro una delle squadre più forti del campionato. Hanno fatto un cambio in panchina, trovando in Simeon un fenomeno ad allenare, oltre che a palleggiare. Sarà una partita complicata, perché loro ricevono molto bene e hanno ottimi attaccanti. Dovremo giocare anche meglio rispetto a quanto fatto a Savigliano. Sarà un match importante in ottica campionato, dove il Saronno è irraggiungibile per tutti, ma dietro c’è grande equilibrio. Per batterli dovremo giocare una delle nostre migliori partite, perché siamo cresciuti molto sotto ogni punto di vista, ma abbiamo ampi margini di miglioramento e dovremo dimostrarlo già domenica. Bisognerà fare la partita perfetta, a cominciare dal servizio. Non sarà facile metterli in difficoltà».

Flavio Cefaratti, comunque, non si sbilancia sui possibili traguardi stagionali di Cuneo. «Non so dove possiamo arrivare, tireremo le somme al termine del girone d’andata, quando vedremo dove saremo e faremo i conti. L’importante sarà giocare ogni partita alla morte, perché i punti valgono molto. Dobbiamo migliorare ancora come amalgama di squadra, perché tanti giocatori sono nuovi e abbiamo bisogno di conoscerci bene. Dobbiamo crescere di squadra, piuttosto che nei fondamentali tecnici».

Contro il Sant’Anna per Flavio Cefaratti sarà un ritorno al passato, avendo vestito la maglia sanmaurese. «È passato tanto tempo, avevo ancora i capelli (ride, ndr). In squadra con me c’era Pagano, che ancora gioca lì ed è uno dei migliori liberi in circolazione. Ricordiamoglielo, così gli metto un po’ di pressione (ride, ndr). A parte gli scherzi, quella è stata una stagione importante per la mia carriera, perché ero andato a Torino per studiare e vissi una delle mie prime stagioni da titolare in B. A San Mauro c’era, ed è così ancora oggi, una grande famiglia. Quell’annata la ricordo con particolare affetto, perché alla fine riuscimmo anche a salvarci»

Giorgio Capodaglio

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium