/ Solidarietà

Solidarietà | 09 marzo 2018, 13:30

“Ogni due secondi qualcuno ha bisogno di sangue”: domenica a Paesana la prima donazione del 2018 dell’Adas

Appuntamento dalle 8 alle 11.30, nei locali della scuola dell’infanzia di via Rejnaud

Immagine generica

Immagine generica

Domenica 11 marzo, dalle ore 8 alle ore 11.30, nei locali della scuola dell’infanzia di Paesana (via Rejnaud) il locale gruppo Adas-Fidas organizza, grazie all’ormai consueto supporto della Banca del Sangue di Torino, la prima donazione di sangue della stagione 2018.

L’invito è rivolto a tutti i donatori attivi – commenta Marco Miolano, capogruppo Adas – ed a tutti coloro che abbiano la volontà di iniziare questa importante opera”.

Le trasfusioni di sangue – continua Miolano - rappresentano una terapia salvavita in numerose evenienze.

In caso di eventi traumatici, come incidenti o interventi chirurgici, In caso di patologie croniche, per esempio nelle anemie congenite come la Talassemia. Per il superamento di stati critici dovuti a malattie del sangue (leucemia) o degli effetti dovuti alle chemioterapie anti-cancro.

Si è calcolato che nel mondo, approssimativamente, ogni 2 secondi qualcuno ha bisogno di sangue”.

Dall’Adas ricordano che, per un nuovo donatore o per chi non dona da almeno due anni e si ripresenta a donare, è prevista la “donazione differita”: esclusivamente per la prima volta, non viene fatta eseguire una donazione di sangue, ma viene prelevato il sangue solamente per fare le analisi, con lo scopo principale di tutelare il ricevente, ed evitare di fare un inutile prelievo di sangue, nel caso questo non fosse adatto.

Una prassi che rispetta quanto previsto dalle linee guida del Centro nazionale sangue e alla raccomandazione della Commissione regionale sangue.

Estendiamo un pressante invito a donare – conclude il capogruppo - oltre che a Paesana, anche presso tutti i gruppi dell’Adas e presso gli ospedali di Saluzzo, Savigliano, Cuneo e Pinerolo”.

Il personale sanitario presente a Paesana sarà in grado di chiarire dubbi e perplessità di carattere medico.

Nicolò Bertola

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium