/ Attualità

Attualità | 03 aprile 2018, 20:22

Castellar: dal Consiglio comunale il primo “via libera” al percorso per l’ipotizzata fusione

L’assise approva all’unanimità il regolamento per la disciplina del referendum, che servirà per consentire alla popolazione di esprimere il proprio parere

Castellar: dal Consiglio comunale il primo “via libera” al percorso per l’ipotizzata fusione

Dal Consiglio comunale di Castellar giunge il “via libera” al percorso per l’ipotizzata fusione con la vicina Città di Saluzzo.

Il Consiglio comunale si è riunito alle 18.30 di questa sera (3 aprile) e la seduta è stata sciolta pochi minuti dopo.

Due i punti all’ordine del giorno: “modica ed integrazione allo Statuto Comunale in merito alla disciplina del referendum” e “Regolamento per la disciplina del referendum”.

Si tratta di due passaggi indispensabili per procedere ad una consultazione popolare, per chiedere alla cittadinanza di esprimere un parere sull’ipotizzata fusione. Lo stesso percorso messo in piedi da Valmala e Busca.

Il referendum non prevede quorum ed avrà comunque un carattere indicativo: ciò significa che l’ultima decisione potrebbe comunque spettare all’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Eros Demarchi.

Al momento l’unica ipotesi “ufficiale” risulta essere quella della fusione tra Saluzzo e Castellar. Nell’ultimo incontro tra sindaci (assente solo Gabriele Donalisio di Pagno, impegnato all’estero) da più parti è stato sottolineato come il rapporto tra le due realtà non sia “esclusivo”.

Resta da vedere se Pagno e Brondello, gli altri due Comuni della Val Bronda decidano di seguire Castellar.

Nicolò Bertola

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium