/ Agricoltura

Agricoltura | 20 settembre 2018, 11:15

Un’associazione fondiaria per Barge e Bagnolo Piemonte: l’Unione montana promuove il progetto

L’Ente organizza una serata sull’argomento, in programma l’11 ottobre, presso la sala “Ludovico Geymonat” della biblioteca comunale di Barge, alle ore 21

Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Un’associazione fondiaria che comprenda il bacino formato dai Comuni di Barge e Bagnolo Piemonte.

È questa l’idea che intende promuovere l’Unione montana, temporaneamente presieduta dal sindaco di Barge Piera Comba.

Le Associazioni Fondiarie – spiegano dalla Regione Piemonte - nascono con l’obiettivo di recuperare la produttività delle proprietà fondiarie frammentate e dei terreni agricoli incolti o abbandonati attraverso la gestione associata, consentendo la valorizzazione del patrimonio fondiario, la tutela dell’ambiente e del paesaggio, la prevenzione dei rischi idrogeologici e degli incendi nonché l’applicazione di misure di lotta obbligatoria degli organismi nocivi ai vegetali”.

Le disposizioni per favorire la costituzione di tali realtà sono infatti racchiuse in un’apposita legge regionale, del 2 novembre 2016.

“A tale scopo – afferma Piera Comba – sul sito del Comune di Barge e su quello di Bagnolo Piemonte è stata pubblicata la scheda di pre-adesione”.

L’Unione montana Barge-Bagnolo, inoltre, organizza una serata sull’argomento, in programma l’11 ottobre, presso la sala “Ludovico Geymonat” della biblioteca comunale di Barge, alle ore 21. Saranno presenti il dottor Paolo Clapier, i rappresentanti delle associazioni fondiarie di Montemale e Carnino ed il sindaco di Melle, Giovanni Fina.

Ni.Ber.

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium