/ Cronaca

Cronaca | 22 settembre 2018, 09:44

Cercatrice di funghi dispersa nei boschi tra Rossana e Costigliole Saluzzo: ritrovata illesa dal Soccorso alpino

L’intervento ieri sera (venerdì). Ad allertare i soccorsi un parente. La donna è rimasta bloccata in un ripido pendio, non riuscendo più a scendere verso valle

Un intervento del Soccorso alpino, immagine di repertorio (Foto SASP)

Un intervento del Soccorso alpino, immagine di repertorio (Foto SASP)

Gli uomini della Quattordicesima delegazione del Soccorso alpino di Verzuolo – coordinata da Walter Rattalino - sono intervenuti, nella serata di ieri – venerdì – in soccorso ad una cercatrice di funghi in difficoltà.

La donna è rimasta bloccata, non riuscendo più a scendere verso valle, in una zona molto ripida. Un parente ha così allertato i soccorsi, gestiti dalla centrale operativa del Soccorso alpino di Grugliasco.

Nel giro di poco sono state organizzate squadre di ricerca, composte dagli operatori del Sasp, che hanno iniziato a perlustrare la zona segnalata dal parente della donna in difficoltà.

Le ricerche si sono protratte sino alle 22.30, quando il Soccorso alpino ha trovato la cercatrice di funghi su un pendio scosceso, nei boschi tra Rossana e Costigliole. La donna, spaventata, stremata, ma fortunatamente illesa, è stata riaccompagnata a casa.

Proprio ieri (venerdì) il Soccorso alpino e speleologico piemontese – dopo cinque interventi di recupero di fungaioli in appena sette giorni - aveva diramato alla stampa un monito, per bocca del presidente regionale Luca Giaj Arcota: “È importante lanciare un messaggio di prevenzione a tutti gli appassionati di micologia perché vengano adottate alcune basilari misure di sicurezza che possono salvare una vita o evitare di mobilitare le squadre di soccorso.

Innanzitutto quando possibile non avventurarsi da soli e comunicare con precisione la propria meta. Inoltre indossare calzature adatte, in particolare scarponcini da trekking e non gli stivali di gomma che ancora troppo spesso vediamo ai piedi degli infortunati.

Infine è importante non fare troppo affidamento sui telefoni cellulari che sovente nelle zone migliori per i funghi non prendono a causa della conformazione del territorio".

Nicolò Bertola

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium