ELEZIONI COMUNE DI CUNEO
 / Attualità

Attualità | 28 novembre 2018, 08:05

Nel 2019 oltre 18 milioni di euro dalla Regione Piemonte per il turismo

Massima concentrazione su outdoor, enogastronomia, cultura e sport. 5 milioni di euro per lo sviluppo della montagna. La Regione Piemonte sta anche valutando di limitare il numero di Airbnb nei centri storici

La via del Sale

La via del Sale

Nel 2019 la Regione Piemonte metterà a disposizione più di 18 milioni di euro a sostegno del turismo. Oltre 11 milioni saranno accessibili tramite i fondi rotativi e di garanzia per le imprese turistiche che, rispettivamente, supporteranno gli investimenti e favoriranno l'accesso al credito delle imprese.

A questi si aggiungeranno 2 milioni di euro per migliorare i servizi per il cicloturismo e, novità del 2019, 5 milioni di euro per lo sviluppo della montagna.

Proprio questi ultimi due settori rientrano nei quattro prodotti turistici chiave per il territorio - outdoor, enogastronomia, cultura e sport - sui quali la Regione Piemonte concentrerà il lavoro nei prossimi anni. Numeri e temi che verranno illustrati e affrontati questa mattina al Teatro Regio di Torino agli Stati generali per il turismo.

Qua verrà presentato il Documento di indirizzo per lo sviluppo turistico regionale, che è stato elaborato in circa otto mesi di incontri sul territorio ed ha coinvolto oltre 1.100 partecipanti tra operatori del settore. "Ad emergere è stato - spiega l'assessore regionale al turismo Antonella Parigi - un territorio che afferma con forza la sua vocazione come destinazione turistica, anche nel contesto internazionale e che si caratterizza come autentica, attiva, affascinante e sostenibile."

"Una destinazione - ha aggiunto - che non insegue il turismo di massa, ma quello consapevole che genera Pil e lascia un valore."

Per il futuro si dovrà quindi lavorare per favorire una crescita sostenibile del turismo, sviluppare un modello di governance a regia regionale, promuovere un percorso per gli operatori del turismo e il miglioramento della mobilità, dal trasporto pubblico e privato ai collegamenti aeroportuali.

Un turismo, ha spiegato ancora la Parigi, che "sia tutela e rispetto della comunità, al suo servizio." Da qui la proposta di un "lavoro sulle marginalità e i borghi che devono essere resi vivi, oltre che turistici, e un investimento sul recupero delle nostre tradizioni." La Regione Piemonte sta valutando di limitare il numero di Airbnb nei centri storici. Questo con l'obiettivo di preservare il tessuto sociale ed economico ed evitare lo spopolamento dovuto alla concentrazione di attività di questo tipo.

Cinzia Gatti

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium