/ Cuneo e valli

Cuneo e valli | 27 febbraio 2019, 14:24

Sulla De.Co. ai cuneesi al Rhum l'amministrazione di Cuneo non molla: "Identificano un territorio, non un'azienda"

Nella prima serata di consiglio comunale (lunedì 25 febbraio) si sono riprese le fila del discorso; l'assessore Luca Serale: "La richiesta d'iscrizione dei cioccolatini alla De.Co. è stata fatta nel rispetto del regolamento"

Sulla De.Co. ai cuneesi al Rhum l'amministrazione di Cuneo non molla: "Identificano un territorio, non un'azienda"

A qualche mese di distanza dagli ultimi sviluppi la diatriba tra l'amministrazione comunale di Cuneo e la famiglia Arione in merito al conferimento del marchio De.Co. ai cuneesi al Rhum ritorna in consiglio comunale.

A proporre la riflessione il MoVimento 5 Stelle: “Sembra di comprendere che il percorso di conferimento intrapreso dall’amministrazione possa creare i presupposti di un contenzioso legale. Non si tratta quindi solo di apporre un piccolo logo vicino ad alcuni prodotti, ma capire come farlo difendendo le persone che lavorano: vogliamo capire quale sia lo stato dell'arte rispetto alla questione” ha sottolineato Manuele Isoardi.

Credo l’amministrazione non rischi molto, nel caso di un contenzioso legale – ha detto il consigliere Alberto Coggiola - . Il marchio dei cuneesi al Rhum è commercializzato da più pasticcerie ormai da diversi anni e chi lo ha registrato avrebbe dovuto difenderlo attivamente nel corso del tempo, pena la volgarizzazione del marchio stesso”.

La risposta all'assessore competente, Luca Serale. “Non mi stuferò mai di dirlo: l’istituzione del marchio De.Co. è stata pensata nell’ottica della miglior sponsorizzazione del territorio, identificato in tutto il mondo dal cuneese al Rhum. La richiesta d’iscrizione del cioccolatino alla De.Co. è stata fatta nel preciso rispetto del regolamento, che implica la possibilità di farlo per chiunque lo ritenga utile; la famiglia Arione, con la quale stiamo cercando di arrivare a una soluzione fattibile e praticabile, è chiaramente titolare del marchio d’impresa e ha ideato il prodotto e il relativo procedimento di produzione ma il nome specifico non è registrato in alcun modo dal comune di Cuneo”.

Per loro la De.Co. è un utilizzo illecito del nome del prodotto ma per noi è invece un semplice marchio collettivo in più – ha concluso l'assessore - , che non identifica una determinata impresa ma la tipicità di un certo territorio, senza intaccarne la proprietà”.

simone giraudi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium