/ Attualità

Attualità | 01 marzo 2019, 16:15

Aiutaci a proteggere i paesaggi Unesco: volontari di Langhe e Roero ancora in campo per "Visita, ama, rispetta"

Dopo il successo della prima edizione torna l’iniziativa promossa da Associazione Commercianti Albesi, Consorzio Turistico ed Ente Turismo. Domenica 10 marzo la prima giornata di raccolta rifiuti lungo le principali arterie del territorio

Oltre mille gli allievi delle scuole primarie coinvolti nella prima edizione dell'iniziativa

Oltre mille gli allievi delle scuole primarie coinvolti nella prima edizione dell'iniziativa

Con l’avvicinarsi della bella stagione, si rinnova l’appuntamento con la progettualità corale finalizzata alla tutela dell'ambiente e della bellezza del nostro territorio.
Dopo il successo della prima edizione nel 2018, ecco che ritorna la campagna “Visita, ama, rispetta. Aiutaci a proteggere i nostri Paesaggi Unesco”.

Un progetto che coinvolge tutto il territorio, voluto da Associazione Commercianti Albesi, Consorzio Turistico Langhe Monferrato Roero, Ente Turismo Langhe Roero Monferrato, col supporto dell’Associazione per il Patrimonio dei Paesaggi Vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato, della Regione Piemonte Assessorato al Turismo, della Fondazione Crc, di Ascom Bra e con l’ausilio dei partner tecnici Protezione Civile della provincia di Cuneo e Coabser.

L'anno scorso l'iniziativa ha visto protagonisti delle operazioni di pulizia del territorio 400 volontari della Protezione Civile della Provincia di Cuneo, che suddivisi in 81 squadre hanno operato in altrettanti comuni, raccogliendo nel corso di imponenti esercitazioni svariate tonnellate di rifiuti di ogni genere.
Anche per il 2019 la Protezione civile ha garantito il proprio apporto operativo e tecnico, per mantenere i risultati conseguiti e migliorare ulteriormente l'aspetto del paesaggio.

Numerosi sindaci, amministratori e tecnici comunali nonché associazioni territoriali hanno assistito a serate informative e formative sulla legislazione vigente in materia di "littering" (l'abbandono di rifiuti lungo le strade), organizzate presso l’Aca, mentre le scuole primarie di Alba, Bra, Langhe e Roero sono state coinvolte in azioni mirate di pulizia effettuate da oltre 1.000 bambini appartenenti a 53 classi sotto la guida di esperti in materia, che hanno tenuto lezioni specifiche per far comprendere ai ragazzi l'importanza dell'attività svolta e il senso dell'educazione civica come strumento per conseguire un ambiente pulito anche per il futuro.

Ancora una volta il territorio Patrimonio Unesco di Langhe Roero e Monferrato si attrezza, in apertura della stagione turistica, per accogliere l’ormai consolidato afflusso di visitatori, mettendo in mostra non solo le bellezze delle proprie colline ma anche il senso di decoro, ordine e pulizia che ne devono contraddistinguere l’immagine.

Domenica 10 marzo si terrà la prima delle giornate di raccolta rifiuti lungo le principali arterie del territorio. Obiettivo, liberare le banchine stradali dall'immondizia e garantire così, oltre che un doveroso decoro, anche la sicurezza dei fossi in occasione di fenomeni atmosferici intensi, nonché contribuire alla manutenzione delle strade, così difficoltosa e onerosa in questi anni di scarse risorse per gli enti pubblici ai quali è demandata.
Il calendario proseguirà con altre giornate, fissate nelle domeniche 26 maggio, 7 luglio, 29 settembre e 27 ottobre.

Gli sforzi profusi in questa operazione sono finalizzati a fare in modo che il contesto nel quale svolgiamo l'accoglienza turistica sia adeguato al valore del nostro territorio – sottolinea Elisabetta Grasso, direttore del Consorzio Turistico Langhe Monferrato Roero –. Ringraziamo i volontari della Protezione Civile provinciale per l'impegno messo in campo l'anno scorso e garantito anche per il 2019. Abbiamo fiducia che il ripetersi del Progetto “Visita, Ama, Rispetta.” produca non soltanto azioni materiali per la pulizia e il decoro del paesaggio, ma contribuisca a far riflettere l'opinione pubblica sulla necessità di vivere e lavorare in un contesto di bellezza e di educazione”.

Continuiamo a intraprendere questa iniziativa che ha già dato alcuni frutti, affinché, nella coscienza della cittadinanza, maturi sempre più la consapevolezza dei luoghi in cui viviamo e del senso civico di cui essi necessitano per continuare ad essere patrimonio Unesco – afferma Giuliano Viglione, presidente Aca –. Non possiamo permettere che il nostro paesaggio venga sporcato dall'inciviltà, sia perché ne siamo gli abitanti, sia perché esso rappresenta una voce di economia ed una fonte di occupazione sempre più importante per l'intero territorio".

Redazione

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium