/ Curiosità

Curiosità | 23 marzo 2019, 09:17

La "Ceciata alla Zingarella" di Nucetto vince il Premio Italive 2018

Il sindaco Enzo Dho: "Un vanto che ci inorgoglisce ed è un riconoscimento che premia i nucettesi e tutte quelle persone, enti e associazioni che ci hanno dato un aiuto. Vogliamo condividerlo con tutti loro e anche con le fondazioni CRC e CRT, senza il cui contributo non sarebbe stato possibile ricostruire la struttura del Parco Gurei"

La "Ceciata alla Zingarella" di Nucetto vince il Premio Italive 2018

La "Ceciata alla Zingarella" di Nucetto è il vincitore del Premio Italive 2018 nella categoria "Evento dell'Anno".

Il Premio Italive racconta, attraverso i migliori eventi organizzati per categoria nel 2018, la vitalità dei territori e la cura delle tradizioni. La premiazione si è svolta venerdì 22 marzo allo Stadio di Domiziano di Piazza Navona a Roma.

Il Premio è stato assegnato agli Organizzatori degli eventi e ai Comuni ospitanti. Un riconoscimento particolare è stato conferito alla Regione Piemonte per la più efficace e attenta valorizzazione del territorio e a Puglia promozione per la migliore gamma di eventi natalizi.

Nucetto è un piccolo paese dell’Alta Val Tanaro in provincia di Cuneo che conta 411 abitanti. Tre Associazioni di volontariato si occupano del bene pubblico: c'è l'associazione storico culturale “reggimento la Marina” che gestisce i due musei della ferrovia e quello storico della Val Tanaro, il circolo polisportivo che si occupa delle manifestazioni estive e l’associazione per la tutela e la valorizzazione del cece di Nucetto che è il prodotto tipico.

La ceciata alla zingarella nasce verso la metà degli  anni ‘50 per risollevare l’economia di Nucetto. Il macellaio e il commestibile decisero di organizzare una sagra allo scopo di attrarre, nel periodo estivo, un maggior numero di villeggianti. Fu così che per essere originali, pensarono che la “ceciata” potesse costituire una novità rispetto alle manifestazioni che si tenevano nei paesi vicini.

Nonostante non fossero stati affissi manifesti, la distribuzione gratuita dei ceci, evento insolito a quell’epoca, attirò una grandissima folla. Oggi, in occasione della sagra, che si svolge l’ultima domenica di luglio, si cucinano oltre un quintale e mezzo di ceci che vengono serviti ancora gratuitamente alla folla, da ragazze vestite da zingarelle, e vede impegnati più di 100 volontari di tre generazioni creando occasione di una bella festa popolare.

Il sindaco di Nucetto Enzo Dho: "Il Parco Gurei, dove si svolge la ceciata, purtroppo nel novembre 2016 è stato colpito dall’alluvione che tutto portò via e tutto distrusse, ma, nonostante ciò, siamo riusciti a distanza di 7 mesi a ripartire e a distanza di 18 mesi a essere premiati con questo riconoscimento che è un vanto che ci inorgoglisce ed è un riconoscimento che premia i nucettesi e tutte quelle persone, enti e associazioni che ci hanno dato un aiuto".

"Vogliamo condividerlo con tutti loro e anche con le fondazioni CRC e CRT, senza il cui contributo non sarebbe stato possibile ricostruire la struttura del Parco Gurei - conclude il primo cittadino -. Grazie a quanti ci hanno votato e mi sento in dovere di ringraziare a nome dell’amministrazione comunale  che mi onoro di rappresentare, le associazioni di Nucetto che tutte insieme, con vero spirito di coesione e amicizia, unite collaborano fattivamente x  lustro del nostro piccolo paese".

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium