/ Attualità

Attualità | 28 marzo 2019, 17:36

Saluzzo, consegnati i 16 nuovi alloggi di edilizia agevolata e aperto il tratto tra viale Hans Clemer e via Revello

Le chiavi a 10 famiglie italiane e 4 straniere. “Un investimento da 3 milione di euro” il presidente dell’ATC Piemonte Sud Ambrogio Garzino. Aperto il tratto mancante di viale Hans Clemer in collegamento con via Revello. I sedici appartamenti di edilizia agevolata si aggiungono ai 327 di edilizia popolare

SAluzzo, la consegna dei 16 alloggi di edilizia agevolata Atc

SAluzzo, la consegna dei 16 alloggi di edilizia agevolata Atc

 Consegnati questa mattina 16 alloggi di edilizia agevolata nel nuovo immobile di via Madre Teresa di Calcutta (n. 7-11).

Al servizio dell’area e del quartiere che aumenta ancora gli abitanti, è stato aperto  l’ultimo tratto di viale Hans Clemer, che apre cosi il collegamento  tra via Revello e via Vecchia di Barge. La realizzazione  faceva parte delle opere di urbanizzazione.

Presenti  con il sindaco Mauro Calderoni, il presidente dell’ATC Piemonte Sud Ambrogio Garzino, oltre a funzionari dei due enti e rappresentanti delle ditte esecutrici dei lavori. 

"Tre milioni di euro per l'investimento - comunica il presidente Garzino – inizialmente previsto all’interno del Programma Casa e a Savigliano, poi dirottato a Saluzzo. La realizzazione è stata finanziata con fondi regionali per 2.300 mila euro e fondi propri Atc per 700 mila euro.

16 le unità immobiliari di cui 12 grandi (90/95mq) e 4 più piccole (sui 60mq).

“Una scelta dell’Agenzia per dare risposta alle richieste di alloggi di edilizia agevolata da parte di nuclei familiari numerosi, a discapito di quelle relative a unità abitative più piccole. Per dare inoltre  risposte ad  esigenze abitative che non rientrano all’interno dei piani di edilizia sociale sovvenzionata”.

32 complessivamente le domande per l’ assegnazione. Tra i requisiti: un reddito minimo di 12mila euro l’anno.

Gli alloggi sono stati assegnati a 10 famiglie italiane e 4 straniere. Canone dell’affitto dai 250 euro mensili per i più piccoli a 400 euro per i più grandi.

A Saluzzo i 16 alloggi di edilizia agevolata Atc si aggiungono ai 327 di  edilizia popolare della stessa Agenzia, già assegnati negli anni precedenti.

"Uno degli effetti più drammatici della crisi economica – commenta al riguardo il sindaco Calderoni – è la difficoltà, soprattutto per le giovani coppie che si trovano a lavorare con contratti discontinui o per le famiglie monoreddito impossibilitate a prestate adeguate garanzie bancarie, ad accendere mutui per l’acquisto di un’abitazione. Oltre a promuovere il bando per l’assegnazione degli alloggi di edilizia popolare, tuttora in corso,  Saluzzo ha cercato in vari modi di offrire un sostegno a questi nuclei familiari, promuovendo una serie di misure di supporto che sono state attivate nel corso di questi anni”. 

Nell’elenco: la creazione dell’Agenzia Sociale per la locazione per diffondere la cultura degli affitti a canone concordato, il progetto Emergenza Casa, il Fondo Inquilini Morosi Incolpevoli e i progetti di housing sociale presso la l’ex casa del custode e il Palazzo del Gallo

 

 

vilma brignone

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium