/ Attualità

Attualità | 01 aprile 2019, 10:25

Un mese ricco di notizie: cosa c'è da ricordare di marzo 2019 in provincia di Cuneo

Dalla visita di Toninelli e Conte in Granda alla siccità prolungata, dall'arresto dell'alpino 30enne per violenza sessuale al Friday For Future, il grande sciopero per il clima

Un mese ricco di notizie: cosa c'è da ricordare di marzo 2019 in provincia di Cuneo

Un mese davvero ricco quello che si è appena concluso in provincia di Cuneo.

Tra gli avvenimenti principali, la visita del premier Giuseppe Conte e del ministro alle Infrastrutture e ai Trasporti Danilo Toninelli, arrivati in visita istituzionale per dire che l'Asti-Cuneo verrà completata e che i lavori potrebbero riprendere già con l'inizio dell'estate.

Sul fronte della politica, è stata ufficializzata la candidatura di Alberto Cirio per il centrodestra. L'albese ha ricevuto, lo scorso venerdì 28 marzo, l'investitura del Cavaliere Silvio Berlusconi. Sfiderà Sergio Chiamparino alle prossime elezioni regionali.

Marzo è stato un mese senza pioggia: si parla davvero di allarme siccità e di un deficit idrico che sfiora l'80%. L'inverno 2019 si appresta ad entrare nelle classifiche come uno dei più secchi dell'ultimo secolo.

E con la mancanza di pioggia arrivano anche gli incendi, che stanno funestando la regione da settimane. Negli ultimi giorni del mese tantissimi gli interventi dei vigili del fuoco in molte zone della provincia.

Siccità e cambiamenti climatici. Ormai non si può più far finta di niente. E anche in provincia di Cuneo è stata massiccia la partecipazione dei giovani al grande sciopero per il clima dello scorso 15 marzo, il Friday For Future, che ha visto manifestare migliaia di giovani.

Restiamo in tema di giovani e di studenti in gamba. La giovanissima squadra dei ragazzi della scuola media di San Rocco Castagnaretta si è aggiudicata un posto per la fase finale della FIRST® LEGO® League che si terrà a Houston, Texas, nei giorni dal 17 al 20 aprile. Hanno fatto un appello, accolto da tanti cittadini, per chiedere un aiuto economico e poter portare avanti il loro grande sogno. 

Il mese si è concluso con due incidenti mortali sulle strade della nostra provincia. A Dronero e a Demonte. Morti un ragazzo di 22 anni e una donna di 56. Incidente anche a Mondovì, gravissimo un giovane ragazzo.

Un grave fatto di cronaca ha scosso la città di Cuneo, con l'arresto di un alpino 30enne accusato di violenza sessuale nei confronti di una ragazzina di 13. L'uomo, padre di due figli, si trova rinchiuso nel carecer di Biella. E' stato arrestato dalla squadra mobile della Polizia di Stato.

Ancora, a Savigliano è stato condannato un trentaduenne operaio italiano: sconterà una pena di 4 anni e 9 mesi (con lo conto di un terzo della pena, pm Chiara Canepa) per violenza sessuale aggravata nei confronti della figlia di 4 anni. Ora si trova in carcere e ha perso la potestà genitoriale.

Tra le notizie più lette del mese sicuramente la morte di un 48enne in via Marconi a Cuneo, caduto giù da una scarpata nei pressi degli Ex Lavatoi

Purtroppo marzo è stato segnato anche da diversi incidenti sul lavoro, a partire da quello avvenuto alla Sibelco di Robilante, costato la vita ad un uomo di 40 anni.

Pochi giorni dopo un altro incidente, anche questo sul lavoro, anche questo mortale. A Roccaforte Mondovì è deceduto, cadendo da un tetto, un operaio di 65 anni.

A Cuneo si sta indagando sulla morte di Raffaello Bucci, il 50enne morto suicida nel 2016 due giorni dopo aver preso parte all'interrogatorio per le presunte infiltrazioni della 'ndrangheta nel tifo organizzato della Juventus.

Infine, in Granda, è ancora tempo di vertenze: 40 dipendenti della Giordano Vini rischiano di doversi trasferire a Ivrea o a Brescia, dove verrà gestito il call center dell'azienda. Ma stanno dando battaglia in ogni modo.

Barbara Simonelli

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium