/ Eventi

Eventi | 03 aprile 2019, 14:45

Saluzzo, al cantautore Mario Castelnuovo il premio Gianni Aimar, decima edizione

Venerdì 5 aprile al teatro Magda Olivero. Riconoscimenti speciali ai musicisti Marco Stella e Marco Cravero per aver trasferito nella canzone la figura di Sandro Pertini. Il premio rende omaggio allo scrittore, pubblicista, appassionato di montagna Giovanni Aimar. Ingresso libero

Mario Castelnuovo

Mario Castelnuovo

Venerdì 5 aprile alle 21 appuntamento al teatro Magda Olivero ( via Palazzo di città) per la decima edizione del Premio Aimar: comunicare la montagna, che ricorda ogni anno la figura di Giovanni Aimar scrittore, storico e appassionato di montagna, in particolare del Monviso, giornalista originario di Oncino.

L’edizione 2019 assegnerà il premio a Mario Castelnuovo, conosciuto come autore di testi raffinati, poetici, di impegno civile (da “Sette fili di canapa” a “Nina”, da “Sul nido del Cuculo” a “Com'erano venute buone le ciliege nella primavera del 43”...) che ha recentemente pubblicato il suo secondo romanzo edito da Castelvecchi, ambientato in un paese dell'Appennino.

“La mappa del buio”, questo il titolo del libro, è un grido di dolore della montagna ferita che, pure, vuol risorgere e ritrovare le sue voci. Il cantautore è quindi coinvolto in un progetto artistico per le terre alte ferite dal terremoto in centro Italia, progetto per il quale ha scritto la canzone “Io mi ricordo l'Aquila” .

A seguire riconoscimenti speciali per i musicisti Marco Stella e Marco Cravero per aver saputo trasferire nella canzone la figura carismatica di Sandro Pertini, antifascista, esiliato, uomo politico, presidente della Camera e della Repubblica.

L’evento è organizzato dalla Fondazione Giovanni Goria di Asti in collaborazione con il Comune di Saluzzo e la Fondazione Bertoni. Come per gli anni precedenti il premio è una scultura dell’artista Michelangelo Tallone.

La serata con la consegna dei premi, proiezione di video e l'esibizione di Mario Castelnuovo, Stella e Cravero, prevede in apertura i saluti del sindaco Mauro Calderoni,  Marco Goria presidente della Fondazione Giovanni Goria, il cui segretario generale Carlo Cerrato parlerà dei 10 anni del Premio. Coordina l’appuntamento il giornalista Alberto Gedda.


Nelle edizioni precedenti il premio è stato consegnato a Maurizio Nichetti, all’attore e regista Marco Paolini, al meteorologi Luca Mercalli, a Irene Affentranger, scrittrice e alpinista, al Cai nazionale, a Roberto Ghidoni  e a don Luigi Destre, al Soccorso Alpino e Speleologico Nazionale  e lo scorso anno ai gemelli Bernard e Martin Dematteis pluricampioni di corsa in montagna.

 

 

vilma brignone

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium