/ Economia

Economia | 07 aprile 2019, 11:00

Centro riabilitazione Ferrero, oltre il 70% dei lavoratori votanti ha detto "sì" al nuovo accordo

Su circa 250 dipendenti tra Alba e Robilante hanno votato in 189, 142 i favorevoli, 46 i contrari, 1 scheda nulla. Lo scorso 4 dicembre i lavoratori si erano espressi tramite referendum sull’applicazione del nuovo contratto che sarebbe partito il 1° novembre 2018, bocciandolo

Centro riabilitazione Ferrero, oltre il 70% dei lavoratori votanti ha detto "sì" al nuovo accordo

Sono tornati al voto nelle giornate di giovedì 4 e venerdì 5 aprile i lavoratori del Centro di Riabilitazione Ferrero di Alba e Robilante per votare l'ipotesi di accordo con l'azienda.

Lo scorso 4 dicembre i lavoratori si erano espressi tramite referendum sull’applicazione del nuovo contratto che sarebbe partito il 1° novembre 2018.

Tra i punti contestati in quell’occasione c’era il non riconoscimento degli scatti di anzianità che sarebbe dovuto partire per il mese di dicembre 2018 ad Alba e ad aprile a Robilante. Inoltre con l’accordo Aiop si sarebbero evitati gli aumenti salariali previsti con i prossimi rinnovi dei contratti nazionali del settore. In quell’occasione l’88% (184 contrari e 25 favorevoli)dei lavoratori aveva ritenuto l’accordo peggiorativo.

Nei giorni scorsi per spiegare la nuova ipotesi di accordo sono state indette delle assemblee con i lavoratori prima ad Alba e successivamente nell’ex centro Climatico di Robilante.

Questa volta i lavoratori si sono espressi positivamente: su circa 250 dipendenti hanno votato in 189, 142 i favorevoli, 46 i contrari, 1 scheda nulla.

Con il nuovo accordo sono riconosciute 15 ore di permessi aggiuntivi, ulteriori 20 ore di permesso retribuito per la formazione del personale sanitario, oltre alla riduzione della percentuale di assorbibilità del superminimo collettivo dal 70 al 30%.

"Sottoscriviamo l’accordo" - si legge in una nota della Fp Cgil - "mantenendo costante l’attenzione ad una reale rappresentanza dei dipendenti: oggi si firma un accordo che recupera alcuni diritti contrattuali che erano stati negati, da domani si cercheranno le strade utili per riconoscere il giusto valore alla professionalità ed all’impegno degli operatori del Centro Ferreo."

"L’approccio responsabile delle parti alle trattative di questi ultimi mesi e la massiccia partecipazione al voto dei dipendenti dimostrano e rafforzano il valore della democrazia nei luoghi di lavoro." - continua - "Un migliore clima nel rapporto con i dipendenti non potrà che giovare al Centro di Riabilitazione Ferrero.
Plaudiamo ancora una volta le nostre delegate e delegati per la disponibilità e la fermezza dimostrata durante l’intero percorso della vertenza."

 

Daniele Caponnetto

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium