/ Eventi

Eventi | 08 aprile 2019, 07:50

Da Narni al culto fossanese: un fumetto per raccontare San Giovenale

Presentato ufficialmente con una mostra sabato 12 aprile al Museo Diocesano

Da Narni al culto fossanese: un fumetto per raccontare San Giovenale

Sarà presentato ufficialmente sabato 12 aprile al Museo Diocesano il nuovo fumetto dedicato a San Giovenale, il Santo Patrono di Fossano, ma un’anteprima è stata offerta in conferenza stampa ai giornalisti i giorni scorsi.

“E’ un onore e un privilegio essere qui e abbiamo voluto esserci con un’ampia rappresentatività – ha esordito il sindaco di Fossano Davide Sordella -. Quello di quest’anno sarà il mio ultimo San Giovenale da Sindaco. Confesso che la processione di San Giovenale è stata una delle più significative del mandato perché è un momento che vede tutta la comunità racconta per l’accensione della lampada davanti a un quadro in cui le istituzioni sono in ginocchio. Non è una funzione solo religiosa, ma dà il senso di una comunità. Franco Blandino e Paolo Ravera hanno realizzato una vera e propria opera di divulgazione. È qualcosa che rimarrà nel tempo e apre a una platea di persone che altrimenti non si sarebbe avvicinata a San Giovenale, grazie alla formula di un racconto informale. Un piccolo miracolo per la città”.

Il fumetto narra la storia del Santo tra i dati storici e gli elementi aggiunti dalla leggenda. Un fumetto di Franco Blandino, arricchito dai testi di Paolo Ravera, frutto di una ricerca partita nel lontano 1977, interamente finanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Fossano.

“Quando Franco mi ha parlato del progetto sono da subito stato convinto che sarebbe stata un’opera di straordinaria valenza culturale e mediatica. Qualche anno fa andai a Narni con don Pierangelo Chiaramello e ho percepito che la storia di San Giovenale è profondamente legata a Fossano. Questa opera riesce a parlare ai giovani che magari altrimenti non si avvicinerebbero alla storia, riuscendo a far convergere l’anima religiosa e quella civica in un evento straordinario” ha affermato l’assessore alla Cultura della Città di Fossano Paolo Cortese.

“Siamo convinti sostenitori di questo progetto – ha aggiunto il presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Fossano Gianfranco Mondino -. Ne apprezzo sia la grafica, sia l’onestà intellettuale. La CRF non è lo sponsor: è convintamente partecipe dell’iniziativa”.

Per questo fumetto, che sarà anche una mostra aperta fino al 26 maggio il sabato, la domenica e i festivi dalle 15.30 alle 19 al Museo Diocesano, si è rinnovata la partnership a tre voci tra le istituzioni fossanesi per il sostegno di progetti culturali: Fondazione Cassa di Risparmio di Fossano, Amministrazione Comunale e Diocesi: “Che si tratti di miracoli o di leggende lo lascerei all’interpretazione delle coscienze. La vita di San Giovenale si incrocia con quella di molti altri santi di cui sappiamo poco ed è resa grande dal supporto di tante persone nel tempo, anche se alcuni elementi ci sfuggono. Avevamo bisogno di una storia che facesse riferimento sia ai fatti provati sia alle leggende cha parlano di valori. Scrivere la storia di un patrono non è facile perché si tratta di storie che se anche non sono scritte sulla terra lo sono nei cieli” ha detto don Pierangelo Chiaramello, vicario della Diocesi di Fossano.

Il libro è un viaggio nelle radici delle tradizioni che vede la grandezza di San Giovenale non tanto nei suoi miracoli, quanto in ciò che fece nella vita quotidiana, medico tra i poveri a curare ed evangelizzare: “La santità di San Giovenale sta nell’africano che porta aiuto ai poveri. L’obiettivo è quello di arrivare nelle case di tutti i Fossanesi” ha detto Blandino.

“Si è voluto aggiungere qualcosa di scritto alle tavole di Blandino per arricchire la storia con elementi sul significato della figura del Santo patrono nei secoli. Nel Medioevo, quando i cittadino avevano bisogno di un defensor civitatis, la figura del patrono superava il potere civico. Era a lui che si rivolgevano i cittadini per avere aiuto” ha concluso Paolo Ravera.

Il libro sarà venduto nelle edicole e nelle librerie al costo di 10 Euro che saranno interamente devoluti al Museo Diocesano.

Agata Pagani

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium