/ Attualità

Attualità | 10 aprile 2019, 10:42

La viabilità a servizio dell’ospedale di Verduno in cima al nuovo elenco di opere collegate all'autostrada Asti-Cuneo

Interventi per oltre 130 milioni di euro nel pacchetto aggiornato appena inviato al ministro Toninelli. Rifanno capolino terzo ponte e "corda molle" di Alba. La braidese Sibille: "Prioritari la sistemazione della Sp7 e la variante all’abitato di Pollenzo"

La viabilità a servizio dell’ospedale di Verduno in cima al nuovo elenco di opere collegate all'autostrada Asti-Cuneo

C’è la viabilità connessa al nuovo ospedale di Verduno in cima all’elenco di interventi che il territorio ha appena trasmesso al Ministero delle Infrastrutture e Trasporti chiedendo di inserirle nella trattativa in corso col concessionario per arrivare all’agognato completamento dell’autostrada Asti-Cuneo.

I lavori sono quelli di cui si parla in realtà da anni. Un pacchetto – le cosiddette "opere di compensazione" – che fu già parte integrante dell’accordo tra Ministero e concessionario raggiunto a Roma nell’aprile 2012, allora per l’importante impegno di 120 milioni di euro.

Sfumata quell’intesa per il passo indietro compiuto dal gruppo Gavio con l’argomento della scarsa redditività registrata sulla tratta, opere quali la sistemazione della Provinciale 7 ai piedi del nosocomio di Verduno o il terzo ponte di Alba erano finite ai margini della successiva trattativa portata avanti dal ministro Graziano Delrio che, venuto sul territorio (l’occasione era stata l’inaugurazione della penultima Fiera del Tartufo, il 6 ottobre 2017), si era comunque impegnato a farne oggetto di separata contrattazione rispetto all’intesa di "cross financing" approvata dall’Unione Europea nella primavera scorsa.

Congelata anche quest’ultima, per volere dell’attuale Governo giallo-verde, si riparte in qualche modo da capo. Sono gli stati gli stessi Conte e Toninelli, durante l’incontro coi sindaci a Cuneo seguito al sopralluogo di Cherasco dello scorso 18 marzo, a chiedere che quell’elenco fosse riformulato e presentato al Ministero.

Cosa che – mentre la pratica trattativa non ha ancora superato lo scoglio del Cipe – è stata puntualmente e velocemente fatta a partire dall’incontro della Cabina di regia che venerdì scorso, 5 aprile, ha visto riunirsi a Torino l’assessore regionale ai Trasporti Francesco Balocco, il presidente della Provincia di Asti Marco Gabusi, il sindaco di Bra Bruna Sibille, quello di Asti Maurizio Rasero, oltre a rappresentanti dei Comuni di Cuneo e Alba.

L’elenco, che ricalca quello del 2012, è corposo, tanto che assomma a un impegno finanziario pari a 129 milioni di euro, cui bisogna però ancora aggiungere la bretella di scorrimento veloce di Cuneo, il cui costo non è stato inserito in elenco.

In testa, come accennato, figura la sistemazione del tronco Roddi-Pollenzo della Strada Provinciale 7. Nella tratta che scorre ai piedi del nuovo ospedale è previsto l’adeguamento del tracciato stradale dall’intersezione con la Provinciale 3bis nel Comune di Roddi sino al ponte sul fiume Tanaro (compreso), per un importo di circa 28.6 milioni di euro, di cui circa 7.5 milioni per il ponte stesso (come da computo aggiornato a luglio 2015), e l’adeguamento del tracciato finalizzato al miglioramento dei collegamenti tra Albese e Braidese con i caselli di Alba Ovest e Cherasco.

Un secondo lotto sulla Provinciale 7 prevede invece la realizzazione della cosiddetta "variante di Pollenzo" e relativi adeguamenti, con la realizzazione (per una spesa di 2.5 milioni) della famosa bretella che dovrebbe collegare il ponte della frazione braidese e via Nogaris, la zona artigianale che si sviluppa a poca distanza dalla nuova rotatoria di crociera Burdina, ai margini dell’abitato di Cinzano.

Al terzo punto figurano le opere "albesi": la realizzazione del citato terzo ponte sul Tanaro e le relative opere di collegamento alla viabilità cittadino, dallo svincolo del Mogliasso a viale Cherasca, per un importo di circa 28 milioni di euro.

Ad Asti è attesa la costruzione della bretella di scorrimento veloce sud-ovest, per collegare la Strada Regionale 10 (Asti-Torino), in prossimità del casello autostradale di Asti Ovest, con la Statale 231 in località Rocca Schiavino, per circa 70 milioni.

L’elenco si chiude con la bretella di scorrimento veloce di Cuneo, dalla rotatoria Miac a quella con l’attraversamento Est-Ovest (Sp 422) il cui importo è ancora in via di definizione (esiste il computo per l’originaria ipotesi di tracciato autostradale).

Tra i presenti all’incontro, il sindaco braidese Bruna Sibille, che rimarca l’importanza di queste opere, come di tutto il completamento autostradale. "Abbiamo riformulato quesot elenco come da indicazioni venute da Conte e Toninelli, con la Regione a fare da coordinatore tra i vari enti del territorio coinvolti. Ovviamente se si fosse proseguito sulla pratica avviata da Delrio, portando l’accordo al Cipe per la definitiva approvazione, avremmo proseguito da lì il ragionamento sulle opere complementari. Cambiando impostazione del ministro, abbiamo comunque fatto una riunione nella quale rimarchiamo l’assoluta necessità di questi interventi, il primo dei quali è la sistemazione della Strada Provinciale 7 e il collegamento del ponte di Pollenzo con viale Nogaris: opere già previste nel 2012 e la cui finalità era già quella di garantire la necessaria accessibilità al nuovo ospedale. Ovviamente tutto ora dipende dalle tempistiche con le quali il Governo, come ha promesso, riuscirà a mettere in piedi un accordo col concessionario e a superare l’eventuale vaglio europeo sullo stesso. La cosa che per l’ennesima volta dobbiamo rimarcare, non stancandoci mai di farlo, è la primaria necessità di queste opere e a monte del completamento dell’autostrada. Lo dice il sindaco di una città che ogni giorno è attraversata da migliaia di auto e camion e che, così come tutto il territorio, paga un costo enorme a questa mancanza, in termini economici, ambientali e di sicurezza".

Ezio Massucco

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium