/ Politica

Politica | 03 giugno 2019, 10:05

Giunta regionale: i cuneesi sperano di entrare, ma la porta è stretta

Quello che ad oggi sembra avere le maggiori chances è il sindaco di Santo Stefano Belbo Icardi (Lega), sia per l’elevato consenso personale ottenuto, sia perché può vantare una consolidata esperienza amministrativa, oltre ad una ramificata rete sul territorio. Una serie di elementi fanno comunque dire che per tutti e quattro i consiglieri regionali di maggioranza eletti nel Cuneese la strada è irta di ostacoli

Luigi Genesio Icardi

Luigi Genesio Icardi

 

Sei assessori alla Lega, due a Fratelli d'Italia, due a Forza Italia: sarà questo l’organigramma della nuova giunta regionale guidata da Alberto Cirio.

Il neo presidente deve comunque ancora vedersela con innumerevoli altri fattori, oltre ai già complessi equilibri partitici.

In questa fase, i cuneesi, a partire dai due esponenti leghisti Luigi Genesio Icardi e Paolo Demarchi, chiedono spazio per la Granda, anche in considerazione della messe di consensi portati in dote a Cirio.

Pare, tuttavia, che i vertici piemontesi della Lega preferiscano privilegiare altre aree del Piemonte.

Ad alzare la voce potrebbe e dovrebbe essere il senatore e segretario provinciale del Carroccio Giorgio Maria Bergesio, che il 26 maggio le urne hanno consacrato quale politico più influente sul territorio.

Se la sentirà il senatore di Cervere di dar vita ad un braccio di ferro con il suo “superiore”, il segretario piemontese e capogruppo a Montecitorio Riccardo Molinari?

In ogni caso, qualora venisse nell’ordine di idee, non lo farà prima di aver visto l’esito dei due ballottaggi ancora pendenti nel Cuneese.

Certo è che se Dario Tallone la spuntasse a Fossano e Annalisa Genta a Bra, avrebbe buone credenziali da far valere.

In caso contrario, è verosimile ipotizzare che Bergesio si limiterà a far presente le istanze senza spingersi oltre.

Allo stato dell’arte, chi sembra avere le maggiori chances di entrare nella nuova giunta regionale è il sindaco di Santo Stefano Belbo, Luigi Genesio Icardi. Almeno per due ordini di ragioni: l’elevato consenso ricevuto e l’esperienza maturata sul campo come sindaco di un Comune cerniera tra il Cuneese e l’Astigiano, fortemente vocato alla vitivinicoltura.

Se lui e il saluzzese Demarchi troveranno un’intesa, qualche chances di essere rappresentata nell’esecutivo regionale la Lega cuneese l’avrà.

In caso contrario, difficilmente se ne potrà far qualcosa.

Dalla Granda l’assessorato più ambito è l’Agricoltura, ma Icardi deve fare i conti con il dentista alessandrino Daniele Poggio, uomo di stretta fiducia di Molinari.

Se la strada già è stretta per la Lega, a maggior ragione lo è per Forza Italia, specie dopo la ventilata possibilità che Claudia Porchietto possa tornare in Regione col ruolo di vicepresidente e delega alle Attività Produttive.

Con quest’operazione Cirio vorrebbe suggellare una pace definitiva con colei che fino a pochi mesi fa era stata la sua diretta competitor nel partito.

Il sentiero per l’ex sindaco di Cervere, Franco Graglia, è irto di ostacoli (torinesi, ma non solo). Più probabile per lui un ruolo istituzionale, in continuità con la legislatura precedente.

Graglia, da noi interpellato, si è limitato ad un laconico: “Non ne so nulla”.

I Fratelli d’Italia confidano nell’assessorato al Turismo e allo Sport per Paolo Bongioanni, ma anche qui le dinamiche interne al partito di Giorgia Meloni sono tutt’altro che semplici.

Per intanto, bisogna far posto al vulcanico Roberto Rosso, poi fare i conti con le variegate anime che oggi albergano nel partito. Bongioanni può affidarsi a San Guido da Marene, il cui peso non è indifferente, l’unico che potrebbe spezzare una lancia in suo favore.

Vedremo se ne avrà tempo e voglia.

La presidenza di un cuneese – o meglio di un albese – alla guida della Regione rende problematico l’ingresso di altri conterranei nell’esecutivo.

Di ciò sono consapevoli i quatto consiglieri regionali di maggioranza eletti in provincia, ma non per questo rinunciano a sperare.

 

Giampaolo Testa

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium