/ Attualità

Attualità | 07 giugno 2019, 09:30

Nucetto: consegnata la Costituzione italiana all'unico neodiciottenne del paese

Il giovane Mattia Gianmillari ha ricevuto copia del testo dalle mani del sindaco, Enzo Dho

Nucetto: consegnata la Costituzione italiana all'unico neodiciottenne del paese

Domenica 2 giugno, in occasione della Festa della Repubblica, nella sala consiliare l'amministrazione comunale di Nucetto ha dato vita alla cerimonia di consegna della Costituzione Italiana ai giovani neodiciottenni, che entrano così di diritto nella vita democratica della comunità.

A dire il vero, sarebbe più corretto parlare al singolare, dal momento che il testo è stato consegnato solamente a Mattia Gianmillari, unico neomaggiorenne nucettese.

Il sindaco, Enzo Dho, ha voluto sottolineare il sacrificio dei tanti 18enni durante le guerre per la nostra libertà, ricordando anche le parole di Pietro Calamandrei, uno dei padri costituenti, che definì la costituzione 'testamento di 100mila morti' e che, rivolgendosi agli studenti dell'Università di Milano nel 1955, disse: "Se voi volete andare in pellegrinaggio nel luogo dove è nata la nostra Costituzione, andate nelle montagne dove caddero i partigiani, nelle carceri dove furono imprigionati, nei campi dove furono impiccati. Dovunque è morto un italiano per riscattare la libertà e la dignità, andate lì, o giovani, col pensiero, perché lì è nata la nostra Costituzione".

"La Costituzione rappresenta la sintesi più alta delle regole di convivenza di una comunità e nel consegnartela la comunità ti investe di un ruolo importante, a cui tutti siamo chiamati: quello di cittadini coscienti e consapevoli dei diritti e dei doveri della convivenza civile - ha proseguito Dho -. Compiere 18 anni è un traguardo atteso e denso di significato, vuol dire essere artefici di scelte importanti per la propria vita e per la società, vuol dire maturità consapevole e costruttiva, vuol dire impegnarsi nel portare avanti le proprie idee e i propri ideali, vuole anche dire essere cittadini con la libertà di scegliere consapevolmente quello che vuoi fare. Compiendo 18 anni entri nella pienezza della vita politica e civile del Paese, esercitando il diritto di voto e divenendo responsabile del tuo futuro".

Alessandro Nidi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium