/ Attualità

Attualità | 03 luglio 2019, 18:26

Il primo libro della cuneese Francesca Peano: "Niente è per caso"

Parte del ricavato della vendita del romanzo dedicato al nonno sarà destinato al sostegno dei laboratori solidali di scrittura LetterariaMente

Francesca Peano

Francesca Peano

"Niente è per caso” (ed. Albatros), è il titolo del primo libro della cuneese Francesca Peano, una giovane mamma di tre gemellini, un romanzo coinvolgente che offre uno spaccato autentico sui sogni e le fragilità di tre giovani. 

Questa frase, incisa da chissà chi nel legno del bancone del bar, aveva conquistato subito l’attenzione di Sofia, Ferdi e Chicca, tanto che l’avevano interpretata come un segno del destino: il Karma Cafè era il posto ideale in cui costruire il loro sogno, quello di gestire insieme una caffetteria.

Ciascuno dei tre ragazzi, amici da lunghi anni, aveva un disperato bisogno di dare una svolta alla propria vita: Chicca, fin da bambina appassionata di cucina, per sfuggire alle pressioni dei genitori, che la volevano medico o avvocato; Ferdi per allontanarsi da una famiglia troppo invadente e rumorosa; Sofia, infine, per costruire qualcosa che fosse solo suo, che le donasse gioia e soddisfazione dopo aver trascorso un’adolescenza difficile a causa della separazione dei genitori.

Con passione ed entusiasmo i tre amici erano riusciti a mettere in piedi un punto di ritrovo intimo e accogliente, con un bel numero di clienti abituali che venivano ogni giorno per gustare i manicaretti di Chicca o per fare quattro chiacchiere con Sofia e Ferdi. Il Karma Cafè si era quindi trasformato, anche per loro, in un luogo speciale, un riparo sicuro dalle angosce quotidiane e dalle delusioni d’amore.

E' proprio qui che il loro destino cambierà per sempre.

Come nasce la sua passione per la scrittura? "Scrivo da quando sono piccola sul diario segreto che ogni ragazzina degli anni ’90 aveva nel cassetto - dice Francesca Peano - sui pezzi di carta trovati qua e là, negli angoli dei giornali, lettere vere e proprie. Ringrazio di aver anche sempre avuto una mamma ed una famiglia che è creativa e che da quando sono piccola, crea poesie, cambia il testo delle canzoni popolari per adattarle alle varie cerimonie. Scrivere, mettere una parola dietro all’altra, un pensiero dietro all’altro mi ha sempre permesso di chiarificare la mia mente ma, soprattutto, è da sempre un’esigenza dell’anima. E’ una passione innata che nasce da dentro. La scrittura mi ha fatto un grandissimo regalo, che è quello della leggerezza, intesa ovviamente come non superficialità bensì la capacità di vedere le cose da un’altra prospettiva. Spero che con il libro possa arrivare al lettore una carezza all’anima, una boccata d’aria fresca e di leggerezza. Il libro è dedicato a mio nonno Geniu che non c’è più e che è stato uno degli uomini più importanti della mia vita. Ho scelto di dedicarlo a lui perché, anche se era una persona semplice, mi ha insegnato uno dei valori più grandi in assoluto e il più genuino: l’amore. Per la famiglia, gli amici e le persone care. L’amore per la vita in sé e per le piccole straordinarie cose che essa ti può regalare".

Parte del ricavato dalla vendita sarà destinato al sostegno dei laboratori solidali di scrittura LetterariaMente.

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium