/ Cuneo e valli

Cuneo e valli | 23 luglio 2019, 17:14

Cuneo ricorderà lo sterminio nazista dei sinti: il 2 agosto inserito nel calendario comunale delle celebrazioni

In quella stessa data, nel 1944, il campo di sterminio Auschwitz-Birkenau ha visto l’uccisione (in una sola notte) di quasi tremila sinti a seguito di un episodio di ribellione e resistenza

Ugo Sturlese

Ugo Sturlese

In lingua sinti Porajmos significa “grande divoramento”, ed è il termine con cui viene indicata l’uccisione della popolazione zingara operata nel secolo scorso dal nazionalsocialismo, tornato d’attualità nella serata di ieri (lunedì 22 luglio) nel consiglio comunale di Cuneo con la richiesta del gruppo di Cuneo per i Beni Comuni dell’istituzione di una ricorrenza comunale dedicata al 2 agosto.

Il 2 agosto è data importante nel ricordo del Porajmos: nel 1944, in questa data, infatti, nel campo di sterminio di Auschwitz-Birkenau – a seguito di un episodio di ribellione e resistenza, l’unico che si ricordi in un campo – i soldati nazisti hanno sterminato in una sola notte quasi tremila zingari.

Il documento presentato da Ugo Sturlese si propone quindi di rendere onore a una popolazione, quella rom/sinti che è stata protagonista (anche importante) dei fatti storici del nostro paese e della nostra provincia – come nel caso di Amilcare “Taro” Debar, sinto che a 17 anni fu staffetta partigiana in Langa - , e che pur attestandosi numericamente a livello nazionale sulle 150mila unità (circa lo 0,25% della popolazione), viene sovrastimata largamente e spesso malvista.

L’ordine del giorno è stato approvato con 23 voti favorevoli sui 25 possibili (due le astensioni), senza particolare dibattito o discussione.

simone giraudi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium