/ Attualità

Attualità | 16 settembre 2019, 10:45

Il “grazie” della Città di Saluzzo (e non solo) alla Croce verde, per i primi 40 anni di servizio alla popolazione (FOTO)

Ieri (domenica) la giornata clou dei festeggiamenti. Dal palco di piazza Garibaldi gli attestati di riconoscenza e apprezzamento per l’opera dei volontari sia da parte di Monsignor Bodo che da parte del sindaco Calderoni. Poi il taglio del nastro del nuovo mezzo e il pranzo sociale

Le immagini del 40ennale di fondazione della Croce verde Saluzzo

Le immagini del 40ennale di fondazione della Croce verde Saluzzo

Con la giornata clou di ieri (domenica) si sono conclusi i festeggiamenti per i 40 anni di fondazione della Croce verde di Saluzzo.

La Pubblica assistenza che ormai da quattro decenni è impegnata sul territorio della città e non solo, ha celebrato questo importante traguardo con una tre giorni ricca di iniziative. A partire dalla grande serata danzante di venerdì sera, con l’orchestra di Lella Blu, ai voli in mongolfiera di sabato sera, sino all’intensa domenica.

Oltre ai volontari della Croce verde Saluzzo, guidati dal presidente Pier Paolo Marzio, in città sono giunte diverse Consorelle, provenienti da tutta la provincia ed anche da fuori regione, insieme a molte autorità, con il sindaco di Saluzzo Mauro Calderoni e Amministratori dei paesi limitrofi, il direttore dell’emergenza sanitaria territoriale provinciale Luigi Silimbri, le rappresentanze dell’Arma dei Carabinieri e dei Vigili del fuoco e di tante Associazioni del territorio.

Al termine della Santa Messa officiata in Duomo, Monsignor Cristiano Bodo, vescovo della Diocesi saluzzese, ha posato insieme ai tantissimi volontari per la tradizionale foto di rito, per poi spostarsi nel rialzo in pietra di piazza Garibaldi per la benedizione del nuovo mezzo, un Dacia Duster, acquistato grazie all’impegno dei volontari.

A tagliare il nastro della nuova auto in dotazione alla Croce verde la vedova di Adriano Barbero, attivissimo volontario della Pubblica assistenza scomparso a gennaio. Il 40ennale si è infatti svolto nel ricordo di tre volontari scomparsi in questi primi nove mesi del 2019: sono Adriano Barbero, Piero Fea (tra i soci fondatori dell’Associazione) e Paola Michela Falcone.

Durante la mattinata, il Complesso bandistico “Città di Saluzzo” ha accompagnato il corteo di volontari ed autorità.

Dal palco di piazza Garibaldi sono giunte attestati di riconoscenza e apprezzamento per l’opera dei volontari al servizio delle persone, sia da parte di Monsignor Bodo che da parte del sindaco Calderoni.

Al termine delle orazioni ufficiali, poi, i partecipanti si sono recati nella sede della Croce verde per il tradizionale pranzo sociale.

Ni.Ber.

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium