/ Eventi

Eventi | 29 settembre 2019, 13:29

Bra, pieno successo per “Pro Loco in Città” in formato XXL, con ben 29 sodalizi all’appello (FOTO)

Delizie e folklore della Granda si sono date appuntamento sabato 28 settembre, in un’unica piazza

Bra, pieno successo per “Pro Loco in Città” in formato XXL, con ben 29 sodalizi all’appello (FOTO)

L’intera provincia Granda (e non solo) in un’unica, grande piazza, quella di Bra, suddivisa in tanti chioschi e stand da perdere l’orientamento. Aggiungeteci tutte le eccellenze enogastronomiche del territorio, accompagnate da un carico di bontà e avete già capito tutto. Parliamo di “Pro Loco in Città” che, nella serata di sabato 28 settembre, ha fatto il pieno di consensi e di visitatori.

La manifestazione, organizzata dal Comune di Bra e dall’Unione Pro Loco d’Italia Comitato di Cuneo (UNPLI), è giunta alla 16ª edizione, con 10 anni di presenza stabile sotto la Zizzola.

“Pro Loco in Città è una manifestazione storica e collaudata, quindi un grazie va a Massimo Borrelli e Bruna Sibille che hanno permesso di farla partire. Per Bra è un onore dare spazio a quelle realtà che fanno grandi i piccoli paesi. Le Pro Loco incarnano il senso del lavoro, perché sono fatte di persone che si assumono delle responsabilità, dedicando gratuitamente ore e ore del proprio tempo per valorizzare le peculiarità del proprio territorio e della propria gente. Girando per gli stand si viene accolti dal sorriso e da una simpatia da vecchi amici. Il jolly che ogni località si deve giocare è proprio la cordialità e la modalità di accoglienza e le Pro Loco sono testimonianza di tutto questo. Si tratta di “vendere” bene la propria città ed il proprio paese. In questo senso, mi prendo licenza di un campanilismo, dicendo grazie alla Pro Loco di Pollenzo che è composta di tanti giovani che operano bene e sono stati autori di una riuscitissima festa agostana”. Così, il sindaco di Bra, Gianni Fogliato, assolutamente soddisfatto per la riuscita dell’evento.

I complimenti sono arrivati, tra gli altri, dai senatori Giorgio Maria Bergesio e Mino Taricco, dall’onorevole Flavio Gastaldi, dal consigliere regionale Francesco Graglia e dal vicesindaco di Bra Biagio Conterno, entusiasti di questa esperienza.

Ma quali sono gli ingredienti di questo successo che si rinnova ogni anno? Ci ha risposto il Presidente regionale delle Pro Loco del Piemonte, Giuliano Degiovanni di Rossana, attuale Vicepresidente nazionale UNPLI: “Il segreto del successo e della longevità della rassegna Pro Loco in Città è la costanza nel continuare a proporre i prodotti tipici, la valorizzazione del territorio e la crescita esponenziale che c’è stata in questi dieci anni da parte di manifestazioni come questa, pensate nell’interesse generale della collettività - aggiunge quindi Degiovanni -. La gente partecipa numerosa, perché è un evento in cui vengono proposte le specialità e le prelibatezze gastronomiche della Granda, esaltate dalle nostre Pro Loco. Questo evento ha la capacità di poter offrire tutta una serie di caratteristiche del territorio. In questo contesto, le Pro Loco in città danno un’immagine di quella che è attualmente l’offerta presente sulla Provincia di Cuneo”. La scelta di Bra come sede della kermesse non è affatto casuale, come spiega ancora il Presidente regionale UNPLI: “Il rapporto di collaborazione con Bra è sempre stato ottimo e, quindi, se non intervengono fattori esterni, credo che il Comitato provinciale di Cuneo rimarrà sempre sotto la Zizzola, visto che l’ospitalità e la collaborazione sono stati anche i requisiti per il successo della manifestazione”.

Apprezzamenti sulla bocca di tutti, anche da parte del Presidente provinciale UNPLI, Lorenzo Buratto di Sant’Albano Stura, che ha espresso parole di riconoscenza: “Grazie sicuramente al Comune di Bra che ci ha dato un’occasione unica. Abbiamo avuto una piazza che ci ha accolto, una città che ha piacere di averci e ha messo a disposizione tutto il suo apparato. Ringrazio le Pro Loco che hanno partecipato, perché più passano gli anni e più se ne aggiungono. Un giorno dovremo mettere un tetto, perché se andiamo avanti di questo passo non ci staremo più (sorride, ndr). Un grazie va sicuramente a tutto il Comitato provinciale, perché nelle settimane che ha preceduto la manifestazione hanno sostenuto un grosso sforzo di lavoro, specialmente nella persona di Ivana Bodello, la segretaria provinciale UNPLI Cuneo, che ha dedicato l’ultimo mese della sua vita professionale solo a questa manifestazione”. Infine un augurio: “Alle Pro Loco, il mio augurio è quello di lavorare bene sul proprio territorio, perché la manifestazione di Bra è un episodio bellissimo, piacevole, però è sempre e solo un episodio che dura una giornata. Auguro a tutte le Pro Loco che questa voglia di fare che hanno messo a Bra, la mettano anche a disposizione dei rispettivi territori, borghi e paesi, contribuendo a tenerli vivi”.

Organizzazione impeccabile per un appuntamento che non ha lasciato nulla al caso. Negli impianti è stata utilizzata esclusivamente energia elettrica, è stato vietato l’utilizzo delle bombole del gas e, per la somministrazione delle vivande, sono state adoperate solamente stoviglie bio-compostabili, senza utilizzare il vetro. Particolare attenzione anche all’ambiente, con l’istituzione di aree adibite alla raccolta differenziata e allo smaltimento dei rifiuti, che sono state presidiate dagli addetti ai lavori. Insomma, un trionfo annunciato.

Riepilogando: ben 29 sodalizi del territorio si sono dati appuntamento in piazza Carlo Alberto che si è svestita degli abiti di Cheese per dare spazio a tavoli e posti a sedere per garantire la massima comodità. Oltre al Comitato provinciale Unpli di Cuneo, hanno risposto all’appello le Pro Loco di Canale, Carrù, Cortemilia, Dalmazzi (frazione di Sant’Albano Stura), Faule, Genola, Gerbo, Govone, Lombriasco, Magliano Alpi, Montaldo Roero, Novello, Peveragno, Pianfei, Pocapaglia, Pollenzo, Polonghera, Priocca, Revello, Rocca De Baldi, Rossana, Salmour, Santa Vittoria, Sommariva Perno, Vergne e Vottignasco, oltre agli Amici di Cervere e all’Associazione Sarda di Bra Ichnusa.

Per festeggiare i due lustri di presenza a Bra, questa edizione di “Pro Loco in Città” ha messo la quinta e ha regalato una sorpresa. Dopo l’inaugurazione sono stati premiati quei sodalizi che rappresentano i capostipiti della manifestazione: Amici di Cervere; Pro Loco dei Dalmazzi; Pro Loco di Santa Vittoria d’Alba e Pro Loco di Canale che vantano dieci anni di partecipazione ininterrotta. Per loro un riconoscimento e tanti applausi, prima di tuffarsi nella mischia delle prelibatezze.

Sapori, profumi e colori arrivati un po’ dappertutto e finiti sugli stand a beneficio dei tanti visitatori che hanno potuto deliziarsi con le portate più varie, tutte realizzate a mano dagli oltre duecento volontari, secondo le antiche ricette dei luoghi di origine. Protagonisti in tavola: prelibate bruschette, gnocchi al Castelmagno, arrosticini piccoli e grandi, brace di carne e verdura, anguille in carpione e acciughe al verde, gran fritto misto piemontese dolce e salato, bagna cauda, tajarin ai funghi, raviole ai porri o ripieni di carne, agnolotti del plin, frittelle di fagioli.

Tanti anche i prodotti e le ricette tipici del territorio come friciule, canestrelli, cariton, quaquare, lumache, Raschera, funghi, patate della Bisalta, la carne piemontese, ravioles della Valle Varaita, pesche ripiene, fragole con cioccolato, torta di nocciole con crema al gianduja e paste di meliga con lo zabaglione al moscato. Il tutto accompagnato da vino e ottima birra artigianale, fedele compagna nelle cene con gli amici e nelle serate allegre.  Da leccarsi i baffi il programma che ha regalato più di una gioia: musica live, folklore, tanto divertimento e un tour culinario en plein air. Così “Pro Loco in Città” è diventata XXL, come il girovita.

Silvia Gullino

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium