/ Economia

Economia | 29 ottobre 2019, 19:00

Cresce il richiamo della “Fiera dei Santi” di Luserna San Giovanni

La due giorni parte venerdì ed è accompagnata da una serie di eventi collaterali, mentre sabato sfileranno più di 2.500 animali

La Fiera dei Santi, edizione del 2018

La Fiera dei Santi, edizione del 2018

«Abbiamo avuto più richieste dello scorso anno e abbiamo dovuto creare nuovi spazi commerciali» rivela il comandante della Polizia locale Massimo Chiarbonello.

La “Fiera dei Santi” di Luserna San Giovanni consolida la crescita degli ultimi anni e si dimostra capace di accogliere sempre più espositori e più visitatori.
La due giorni di venerdì 1 e sabato 2 novembre si presenta con delle novità all’interno di una formula consolidata, che richiama una storia di 763 edizioni, coinvolgendo anche i macellai del paese.

La manifestazione è organizzata dal comando di Polizia locale, in collaborazione con gli altri uffici comunali, dei volontari e l’associazione allevatori.

Il fulcro sono gli impianti sportivi di via Airali che ospiteranno, tra le altre attrattive, una fattoria didattica con allevatori e ragazzi dell’Agrario di Osasco pronti a fornire informazioni ai visitatori, oltreché circa 280 espositori commerciali.

«L’evento ormai a carattere regionale rappresenta un importante momento di condivisione e di incontro per l’intera Valle e non solo – commenta il sindaco Duilio Canale –. Un riconoscimento alla nostra vocazione agricola che ben rappresenta quel sistema composto di piccole realtà spesso familiari che risultano un valore non solo economico, ma anche storico e culturale fortemente radicato» .

Il 1° si parte alle 8 con l’apertura della Rassegna di prodotti enogastronomici tipici locali, macchinari e accessori agricoli. Mentre alle 10 sarà in funzione la fattoria didattica e si potrà fare il battesimo della sella con Crocera Horse.

Dalle 11 alle 14, al capannone degli allevatori, proporrà il pranzo con una degustazione di prodotti tipici locali dal costo di 10 euro: «Quest’anno anche i macellai del paese proporranno degli assaggi dei loro prodotti nel vassoio» anticipa Chiarbonello.

Alle 15, nell’area “piccoli animali”, spazio a un’altra novità: la dimostrazione di discipline equestri con cavalli, pony e cani.

Sabato l’attesa mostra spettacolo di animali al pascolo, anticipata da una sfilata con oltre 2.500 capi (tra bovini e ovicaprini), che parte alle 9 dal cimitero di via Primo Maggio, all’altezza dell’incrocio di via Cascina Garola), e raggiungerà i campi sportivi preceduta dalle majorettes di Barge e dal team Erich Carrozze.

Al mattino riaprirà anche la fattoria didattica e verrà riproposto il battesimo della sella, mentre alle 11 ci sarà la premiazione di razze bovine, ovine e caprine. Alle 14 rudun all’asta, ovvero i grandi campanacci delle mucche, e alle 15 gara di mungitura.

La Fiera sarà accompagnata da una serie di eventi gratuiti alla palestra comunale, che ospiterà anche servizio bar e pranzo e cena a cura della macelleria Caporgno (con prenotazione obbligatoria al 339 3878551). Si parte giovedì 31 ottobre, alle 19,30, con la serata di Halloween per i bambini. Venerdì, invece, alla stessa ora, si potrà cenare al costo di 20 euro e, alle 21,30, ballare con l’orchestra Sonia De Castelli, con ospiti Paolo Tarantino e Marco Zeta.

Sabato invece si potrà pranzare a mezzogiorno al costo di 15 euro e la sera a 22, seguirà il concerto di Sandro Giacobbe. Mentre domenica si terrà il gran pranzo del bollito al costo di 12 euro, a cura dei macellai lusernesi. Per informazioni sugli spettacoli 329 3076468, per la Fiera in generale 0121 954449.

Marco Bertello (www.piazzapinerolese.it)

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium