/ Attualità

Attualità | 30 ottobre 2019, 18:01

Il migliore chef del Giappone nelle nuove cucine di Alba Accademia Alberghiera (FOTO)

Tradizioni culinarie a confronto all’incontro conviviale che ha visto l’istituto professionale langarolo ospitare lo chef due stelle Michelin Zaiyu Hasegawa, titolare del celebrato ristorante "Den" di Tokyo

Foto di gruppo per i partecipanti all'incontro tenutosi ieri nella sede di Alba Accademia Alberghiera

Foto di gruppo per i partecipanti all'incontro tenutosi ieri nella sede di Alba Accademia Alberghiera

Un personaggio d’eccezione quello che ieri, martedì 29 ottobre, è stato ospite di Alba Accademia Alberghiera e della sua nuova cucina, inaugurata il 30 settembre scorso. Nell’istituto alberghiero di Apro Formazione è infatti arrivato lo chef Zaiyu Hasegawa, proprietario del "Den", ristorante due stelle Michelin di Tokyo, considerato il migliore del Giappone.

Accompagnato da Luciano Tona, direttore dell’Accademia Bocuse d’Or, e da Shota Hayashi, fondatore del progetto culturale "Gen Education", Hasegawa ha partecipato all’aperitivo conviviale cui Alba Accademia Alberghiera ha invitato alcuni importanti chef del territorio, per un incontro che è stato occasione di un interessante scambio culturale sulla gastronomia.

Antonio Bosio, direttore di Alba Accademia Alberghiera, ha sottolineato come i nuovi locali della scuola stiano diventando "luogo d’incontro per scambi culturali a respiro internazionale, che hanno come filo conduttore la cucina e l’enogastronomia". Una sollecitazione ben colta da Hasegawa, che ha spiegato come, secondo la sua visione, le cucine di Italia e Giappone sono simili in quanto connotate dallo stesso rispetto per la materia prima e dalla stessa importanza culturale e sociale data alla tavola.

La storia di chef Zaiyu Hasegawa affonda le radici nella tradizione familiare: la madre gli fece conoscere sin dall’infanzia il cibo delle "ryōtei", i raffinati ristoranti a gestione familiare. E proprio in queste locande di lusso, il giovane Zaiyu fece le prime esperienze e ancora giovanissimo aprì il suo ristorante Den.

Il suo obiettivo è stato quello di creare una cucina giapponese rinnovata: ovvero una via di mezzo tra l’alta cucina delle "ryōtei" e quella popolare delle "izakaya", i locali più informali in cui si mangia e beve in compagnia. La sua idea di cucina è legata allo spirito dell’ospitalità giapponese, l’"omotenashi", per far sentire ogni cliente unico e pensare piatti speciali per ognuno.

Nei suoi piatti, Hasegawa cerca di sintetizzare la bellezza e la ricchezza del Giappone, i colori e i profumi delle stagioni, cercando di mantenere l’autenticità di una delle cucine più replicate e imitate nel mondo.

Redazione

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium