/ Attualità

Attualità | 15 novembre 2019, 15:41

Bollettino valanghe: fino a domenica rischio Marcato (grado 3 su 5) su tutti i settori alpini

Emanato il primo bollettino valanghe della stagione invernale del servizio Meteomont dell'Arma dei Carabinieri. Arpa Piemonte ha diramato l'allerta Gialla proprio per il pericolo valanghe

Bollettino valanghe: fino a domenica rischio Marcato (grado 3 su 5) su tutti i settori alpini

Fitta nevicata sulla Granda, con danni ovunque, dovuti soprattutto alle centinaia di rami spezzati e ai numerosi black out che stanno interessando la provincia. 

Oltre 180 gli interventi gestiti nelle ultime 24 ore dai vigili del fuoco. Tantissimi i volontari di Protezione civile al lavoro, soprattutto per la rimozione dei rami. Altrettanti gli interventi dei tecnici dell'Enel per il ripristino della corrente.

Nella giornata di ieri è stato emanato il primo bollettino di Meteomont, il servizio dell'Arma dei carabinieri che si occupa della previsione delle valanghe.

A partire da oggi e per tutto il weekend, quindi fino a domenica 17 novembre, il pericolo è di grado Marcato, livello 3 su una scala che va da 1 a 5. Il rischio di distaccamenti è concreto, in particolare sopra i 1500 metri di quota.

Permane chiusa per pericolo valanghe la strada statale 21 “del Colle della Maddalena” tra Argentera, al km 53,330, e il confine di Stato, al km 59,708. Un analogo provvedimento di chiusura permane anche lungo la tratta di proseguimento oltre il confine, in territorio francese.

Su tutto l'arco alpino il manto nevoso è debolmente consolidato e per lo più instabile su tutti i pendii ripidi. Gli apporti nevosi medi variano tra i 40 e i 70cm a 1500m. La neve recente, al di sopra dei 1500-1800m, poggia su manto nevoso preesistente, caratterizzato da strati basali a scarsa coesione.

Per il weekend sono attese ulteriori precipitazioni, più intense sui settori settentrionali, nevose a partire dagli 800-900m su settori occidentale e settentrionale, dai 600m sul cuneese.

Nelle prossime ore, con l'aumento diurno delle temperature, è previsto un incremento dell'attività valanghiva spontanea, su tutti i settori e a tutte le esposizioni. Le valanghe potranno essere anche di medie o grandi dimensioni e localmente potranno interessare l'intero spessore del manto nevoso, soprattutto sui versanti esposti all'irraggiamento solare e alle quote inferiori ai 2000 m. In alta quota, inprossimità delle creste, segnalati accumuli eolici sui versanti orientali e settentrionali, sollecitabili già con debole sovraccarico.

Arpa Piemonte non ha ancora iniziato la consueta pubblicazione del Bollettino valanghe, ma ha diramato l'allerta GIALLA per pericolo valanghe su buona parte dei settori alpini della regione. In Granda, in particolare, sulle valli Varaita, Stura e Maira.

In considerazione dei recenti apporti di neve fresca, è richiesta un'ottima valutazione locale della stabilità ed individuazione dell'itinerario.

Assolutamente consigliati ARTVA, pala e sonda sempre al seguito.

 

Barbara Simonelli

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium