/ Attualità

Attualità | 22 novembre 2019, 15:22

Maltempo, Alba attiva la macchina della protezione civile. Tanaro osservato speciale

Preoccupa la possibile salita nel livello del fiume tra la giornata di sabato e quella di domenica, come anche i rischi collegati al rischio frane su versanti collinari già pregni delle piogge di questi giorni. Dal Municipio si consiglia di evitare gli spostamenti non necessari

Il Tanaro in piena nella notte tra il 24 e il 25 novembre 2016: allora il fiume arrivò a quota 6 metri

Il Tanaro in piena nella notte tra il 24 e il 25 novembre 2016: allora il fiume arrivò a quota 6 metri

Nessun allarmismo, ma comportamenti improntati a una sana prudenza.  
Questa la raccomandazione che arriva dal Municipio di Alba, dove in queste ore ci si sta organizzando per fare fronte all’allerta meteo da poco comunicata dall’Arpa e su previsioni che parlano di piogge particolarmente intense a partire dalla mezzanotte di oggi, venerdì 22 novembre, e che si insisteranno su tutto il territorio della Valle Tanaro – come anche nelle vallate del Belbo e del Bormida – per almeno 24 ore, sino almeno alla mezzanotte di sabato. Non escludendo che possano comunque protrarsi anche nella giornata di domenica, 24 novembre.

Osservato speciale è il livello del fiume Tanaro, dove – per quanto riguarda la capitale delle Langhe – la possibile onda di piena è attesa tra la notte di sabato e la mattinata di domenica. Ma preoccupa anche la situazione dei versanti collinari, già pregni delle piogge cadute lungo tutta la settimana, e dove il rischio è quello di fenomeni franosi, con conseguenti problematiche legate anche alla viabilità.

Sempre rimanendo ad Alba sono in corso di attivazione le procedure del caso, col coinvolgimento della Protezione civile comunale – come sempre agli ordini della dirigente comunale Laura Campigotto – e delle diverse associazioni di volontari attive in città.

Nella prima mattinata di domani, sabato 23, verrà fatto un primo punto della situazione col sindaco Bo e i diversi soggetti interessati dal piano comunale di Protezione civile.

"Non è il caso di fare inutili allarmismi – spiega la dottoressa Campigotto –, ma parliamo comunque di una situazione che secondo le previsioni meteo non va sottovalutata. Per questo uno dei consigli che ci sentiamo di dare è quello di evitare gli spostamenti che non siano necessari. Per il resto monitoreremo costantemente la situazione, offrendo via via gli aggiornamenti necessari alla popolazione".

Ezio Massucco

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium