/ Eventi

Eventi | 22 novembre 2019, 13:05

25 novembre, le iniziative del club Zonta Cuneo

414 quadrotti di lana per la grande coperta di piazza Galimberti, il bus di linea urbana con il messaggio contro la violenza, i fiori sulla lapide sulla rotonda in corso Francia, gli striscioni alla partita di Volley domenica scorsa. Lunedì 25 incontro con Gianni Rufini, Direttore Generale di Amnesty International Italia che affronterà il tema relativo alla tratta delle donne

Lunedì 25 piazza Galimberti sarà rivestita da una grande coperta fatta di migliaia di quadrotti di maglia: grande opera relazionale condivisa  promossa da Viva Vittoria Cuneo per la  Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne, che ha coinvolto moltissime persone e associazioni della Granda.

Anche Zonta Cuneo ha aderito all'iniziativa offrendo la lana e realizzando 414 quadrotti ai ferri.

Nel calendario di iniziative del sodalizio femminile cuneese che ruota intorno alla data istituzionalizzata per sensibilizzare contro il fenomeno tristemente attuale della violenza, anche il messaggio “Zonta Says no to violence against women" di Zonta International che dal 12 al 25 novembre attraversa la città su un pullman della linea urbana.

Lo stesso messaggio ha campeggiato nello sport, durante la partita di Volley del Campionato di serie A 3: Bam San Bernardo Cuneo contro Cisano Bergamasco domenica 17 settembre al Palazzetto dello Sport di San Rocco Castagnaretta. Lo striscione contro la violenza è stato portato in campo dai giocatori prima della partita.

Nella giornata clou del 25 le socie zontiane porteranno fiori sulla lapide  dedicata al “ricordo  delle donne vittime di violenza” sulla rotonda tra corso Francia, via Pertini e via Pavese, adottata dal sodalizio nel 2016.  

Sempre lunedì 25, nella sala d’onore del Comune di Cuneo, alle 17,30, Gianni Rufini, Direttore Generale di Amnesty International Italia, affronterà il tema della tratta delle donne, una grave violazione dei Diritti Umani. Un incontro promosso da Zonta Cuneo, Cooperativa Momo, Psicologi per i Popoli Piemonte per affrontare il tema delle schiave invisibili di un sistema violento e criminale.

VB

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium