/ Politica

Politica | 16 gennaio 2020, 18:24

Anna Mantini (Lega) ricorda il giornalista Giampaolo Pansa: "Pansa: un giornalista scomodo, schierato sì ma con le proprie idee e per amor della vera Verità"

Riceviamo e pubblichiamo

Anna Mantini (Lega) ricorda il giornalista Giampaolo Pansa: "Pansa: un giornalista scomodo, schierato sì ma con le proprie idee e per amor della vera Verità"

"In questi giorni si susseguono messaggi e dichiarazioni, a metà strada fra il commemorativo e il discordante, in ricordo di Giampaolo Pansa, scomparso il 12 gennaio all'età di 84 anni: oggettivamente una firma giornalistica di straordinario valore, legato per nascita al nostro Piemonte, e un compiuto conoscitore - fin dalla propria tesi di laurea - del periodo della cosiddetta Resistenza per tutte le sfaccettature che l'hanno contrassegnata". Così commenta Anna Mantini (Lega) la scomparsa del giornalista piemontese. "Tutte, nessuna esclusa: e proprio la sua profonda e approfondita conoscenza delle fasi immediatamente successive al momento della Liberazione lo hanno esposto, in particolare nel corso degli ultimi 15 anni, agli strali e alle critiche preconcette della cosiddetta sinistra ideologica, che non gli ha perdonato di avere narrato il "Sangue dei Vinti".  Un tema che, personalmente e umanamente, mi sta da sempre a cuore e per il quale voglio esprimere gratitudine a Pansa per il coraggio della vera Verità storica di cui è stato capace, narrando i molteplici lutti e le gratuitamente feroci torture che nulla avevano di "resistente". Atrocità, narrate nel libro - capolavoro di Pansa, che si sono abbattute contro persone inermi, incolpevoli, oppure colpevoli soltanto di una idea diversa: e che non hanno risparmiato nemmeno coloro, non di sinistra, che pure idealmente erano all'inizio schierati con la Resistenza.  Chi, come la sottoscritta, si è impegnata affinché fosse commemorata Norma Cossetto, giovane innocente vittima di violenze inenarrabili oltre ogni barbarie, non può che manifestare gratitudine verso un contributo autentico e imparziale di così alto e inattaccabile livello. Il Sangue dei Vinti dovrebbe essere proposto come lettura nelle scuole, perché la Storia non è solo un singolare, è anche un plurale con altrettante iniziali maiuscole..."

Comunicato stampa

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium