/ Politica

Politica | 24 gennaio 2020, 07:30

#Cuneo: l’assessore Serale ribadisce che tra corso Francia e via Giordanengo sarà garantita la sicurezza di tutti

“Con la riqualificazione di quel tratto di asse rettore - sottolinea - e la costruzione della rotonda alla confluenza delle due strade si presterà particolare attenzione a quelle che saranno le corsie dedicate a ciclisti e pedoni e agli attraversamenti pedonali. I lavori sono attualmente in fase di appalto e partiranno nella prossima primavera”

L'assessore Serale e l'incrocio senza strisce pedonali tra corso Francia e via Giordanengo

L'assessore Serale e l'incrocio senza strisce pedonali tra corso Francia e via Giordanengo

A Cuneo, l’incrocio tra corso Francia e via Giordanengo continua a tenere banco. Un residente del San Paolo ci aveva segnalato la mancanza delle “zebrate” nella zona, con il conseguente pericolo per le tante persone che a piedi entrano nel quartiere o escono da quell’area (clicca qui).

L’assessore comunale ai Quartieri e alle Frazioni, Luca Serale, aveva risposto che, entro 3-4 mesi, alla confluenza tra le due strade sarebbe partita la costruzione di una rotonda e, lungo corso Francia, la realizzazione di attraversamenti pedonali e percorsi ciclo-pedonali in sicurezza. Il tutto inserito nel progetto di riqualificazione dell’asse rettore compreso tra corso Gramsci e il Campo Sportivo Scolastico di atletica: uno dei lavori previsti dal Bando Periferie (clicca qui).

Ma l’abitante del quartiere, non convinto, ha replicato. Ecco alcuni passaggi del suo intervento scritto.

“Mi riferisco alla risposta dell’assessore Serale nella quale rende noto che le “zebrate” esistenti nel 2011, di fronte al distributore dei carburanti in corso Francia, furono cancellate “in quanto troppo pericolose per l’attraversamento dei pedoni in quella zona”. Esse furono tolte e sostituite con due passaggi pedonali entrambi distanti dal punto di intersezione di corso Francia-via Giordanengo, affermando che tale decisione “fu saggia in quanto da allora non successero più incidenti”. Posso, invece, affermare con certezza, e gli abitanti della zona possono confermarlo, che il transito dei pedoni nel bivio è da allora peggiorato sensibilmente. Infatti, molte persone, in mancanza dei passaggi pedonali adeguati, attraversano corso Francia più meno nel punto in cui furono cancellate le strisce, con grave pericolo per la loro incolumità. In verità mi sorge il dubbio che quelle strisce pedonali, tanto utili per i pedoni, furono tolte per far posto alla segnaletica orizzontale che regola il traffico veicolare. E' evidente che fu realizzata una segnaletica a tutto vantaggio delle auto, invertendo l’ordine dei valori fissato dalle disposizioni sulla circolazione stradale. Per sincerarsi della mia affermazione è sufficiente consultare gli articoli 1 e 2 del Codice della strada, dove si indica che al primo posto sulla sicurezza nella circolazione devono starci i pedoni”.

Dopo aver elencato le lettere inviate all’Amministrazione comunale senza aver mai ottenuto una risposta, l’abitante del San Paolo ha concluso: “Insieme alla cittadinanza del quartiere di Cuneo, mi auguro che il problema sia risolto definitivamente e il più presto possibile mediante la realizzazione di un progetto di “buon senso” che preveda almeno un passaggio pedonale regolare in corso Francia-via Giordanengo. Così da consentire ai pedoni l’attraversamento della strada in sicurezza”.

LA RISPOSTA DI SERALE CHE SCIOGLIE OGNI POSSIBILE DUBBIO

L’assessore Serale ribadisce quanto già detto, sciogliendo ogni possibile dubbio: “In relazione alla replica del residente confermo l’attenzione sempre avuta da parte dell’Amministrazione comunale su questo tratto di corso Francia. Tutti gli interventi effettuati in passato avevano l’obiettivo di migliorare il grado di sicurezza degli utenti più vulnerabili della strada. Tale sensibilità è certificata dalla candidatura al Bando Periferie risalente al giugno 2016, che prevede tra i progetti finanziati anche la riqualificazione di questo tratto di asso rettore: intervento che presta particolare attenzione a quelle che saranno le corsie dedicate a ciclisti e pedoni e agli attraversamenti pedonali costruiti secondo la logica di piena sicurezza. La realizzazione della rotonda tra l’asse rettore e via Giordanengo sarà il tassello definitivo per regolamentare il traffico in questa zona della città e garantire la sicurezza di tutti gli utenti. I lavori sono in fase di appalto e vedranno l’inizio nella prossima primavera”.         

Sergio Peirone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium