Motori - 27 gennaio 2020, 17:30

Primo impegno stagionale per Carlo Merenda al XXIII Rally di Montecarlo historique

Dal 31 gennaio al 5 febbraio torna l'appuntamento con la grande classica del regolarismo mondiale

Primo impegno stagionale per Carlo Merenda al XXIII Rally di Montecarlo historique

Come ormai da parecchi anni le auto storiche vengono utilizzate nelle competizioni anche in inverno e l’impiego è particolarmente impegnativo, sia per le condizioni metereologiche che per la difficoltà maggiore nel loro utilizzo. Si pensi al riscaldamento dell’abitacolo, allo sbrinamento dei vetri: particolari che oggi sono quasi per tutti un ricordo, su queste auto sono la normalità, senza contare le insidie dei fondi stradali che variano rapidamente nell’arco della giornata.

La prima grande classica del regolarismo mondiale è sicuramente il rally di Montecarlo Historique che quest’anno è giunto alla XXIII edizione e che si disputerà dal 31 gennaio al 5 febbraio.

Oltre trecento equipaggi che vi partecipano provenienti oltre che dai Paesi europei anche dal Giappone, dove questo evento è particolarmente sentito.

Anche quest’anno Carlo Merenda, alla sua terza esperienza, sarà al via da Milano al fianco di Roberto Roveta, gentlemen driver alessandrino e divideranno l’abitacolo di una bellissima FIAT 124 sport spider de 1972, in gara con il numero 138 e con i colori della Scuderia Milano Autostoriche; auto non certo facile da guidare sulle tortuose strade del Montecarlo, che ha fatto sognare gli appassionati che hanno passato i sessanta, ma che offrirà ancora grandi emozioni a quelli che avranno il privilegio di assistere a questa edizione, stante che dell’imponente parco macchine sono solo due le auto di questo modello saranno presenti al via. Il cambio macchina e pilota non ha comunque influito sulla preparazione della gara che è iniziata già dal mese di dicembre, proprio per non improvvisare in una sfida lunga difficile ed affascinante come il Montecarlo.

Come ogni anno la partenza avrà luogo da alcune città europee tra cui Milano, da dove appunto prenderà il via l’equipaggio piemontese la sera di venerdì 31 gennaio dalla piazza Duomo per poi dirigersi verso la Francia e qui un’altra novità per gli appassionati: anche la provincia di Cuneo verrà interessata dal transito degli oltre sessanta equipaggi partenti da Milano oltre quelli da Atene, che si uniranno appunto a Milano, e si potranno vedere sulle strade ad Alba, Bra, Savigliano, Saluzzo, quindi per il copilota saluzzese transitare nella sua città al Montecarlo sarà motivo di particolare euforia, per poi ritornare alla massima concentrazione nell’affrontare la lunga prima notte di gara.

comunicato stampa

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

SU