Economia - 30 gennaio 2020, 09:15

Banca di Caraglio a sostegno dell'artigianalità: ecco il plafond di 10 milioni

Livio Tomatis: "Rinnoviamo con convinzione il nostro impegno a supporto di questa iniziativa perché crediamo fortemente che le piccole e medie imprese artigiane siano un motore di sviluppo fondamentale per la nostra provincia"

Banca di Caraglio a sostegno dell'artigianalità: ecco il plafond di 10 milioni

Un plafond di 10 milioni di euro di finanziamenti a tasso agevolato per sostenere concretamente le necessità delle aziende artigiane del territorio.

È quanto prevede l’accordo siglato mercoledì 29 gennaio, presso la Cittadella della Banca di Caraglio, in piazza della Cooperazione, tra l’istituto di credito cooperativo caragliese, Confartigianato Fidi Cuneo e la Confartigianato di Cuneo che stanzia per il 2020 mutui agevolati da destinare ai soci artigiani della banca e dell’associazione di categoria. Alla firma erano presenti il presidente della Banca di Caraglio, Livio Tomatis, il presidente di Confartigianato Fidi Cuneo, Roberto Ganzinelli, il presidente di Confartigianato Cuneo, Luca Crosetto.

La convenzione è finalizzata al rilascio di finanziamenti destinati ad inizio attività, acquisto impianti e macchinari, attrezzature, arredi, ristrutturazione locali, acquisto azienda o ramo di azienda, assunzione personale, acquisto scorte e sostegno alla liquidità (solo se congiuntamente ad altre finalità). L’importo massimo concedibile è di 150mila euro per ogni intervento, più ulteriori 50mila euro per il sostegno alla liquidità di impresa.

Rinnoviamo con convinzione il nostro impegno a supporto di questa iniziativa perché crediamo fortemente che le piccole e medie imprese artigiane siano un motore di sviluppo fondamentale per la nostra provincia e, da sempre, tra le protagoniste assolute della nostra compagine sociale – ha dichiarato il presidente della Banca di Caraglio Livio Tomatis. Questa convenzione vuole continuare ad essere una prova tangibile di attenzione della Banca nei confronti del tessuto artigiano che opera sul territorio e, visti i positivi riscontri avuti gli scorsi anni, non possiamo che ritenerci sulla buona strada per aiutare a mettere a frutto quello spirito innovatore e tenace che contraddistingue le aziende cuneesi”.

L’accordo sottoscritto segue una precisa filosofia che il Confidi segue negli accordi con le banche del nostro territorio: realizzare accordi che siano tagliati appositamente sulle esigenze delle PMI artigiane. Questo è un concreto impegno della nostra Associazione e della Cooperativa di garanzia al fianco delle imprese – ha sottolineato Roberto Ganzinelli, presidente di Confartigianato Fidi Cuneo – . Ci sono tutti i presupposti di collaborazione con la BCC Caraglio per poter ottenere anche nel 2020 i lusinghieri risultati ottenuti negli anni passati. Questa convenzione valorizza il nostro ruolo di interlocutori qualificati con gli istituti di credito, ed evidenzia la nostra azione di consulente dell’impresa, in grado di cercare e proporre soluzioni specifiche e innovative aventi effetti positivi sulle modalità e sulle condizioni di accesso ai prestiti bancari”.

Nonostante un nuovo periodo di stagnazione dell’economia europea e italiana e in attesa di nuove misure da parte della BCE per mantenere tassi bassi e mettere in atto importanti strumenti di politica monetaria – ha aggiunto Luca Crosetto, presidente provinciale di Confartigianato Cuneo – sono le iniziative come quella promossa dalla BCC Caraglio il vero sostegno all’economia reale delle piccole imprese presenti sul territorio della Provincia”.

comunicato stampa

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

SU