/ Economia

Economia | 14 febbraio 2020, 12:21

Coronavirus: controlli speciali anche all'aeroporto di Caselle

Il temuto virus diffusosi in Cina nelle scorse settimane, il cosiddetto Coronavirus, preoccupa non poco a livello globale

Coronavirus: controlli speciali anche all'aeroporto di Caselle

Il temuto virus diffusosi in Cina nelle scorse settimane, il cosiddetto Coronavirus, preoccupa non poco a livello globale.

Allerta massima in tutto il mondo

Stigmatizzando ogni forma di psicosi e anche, purtroppo, degli sciocchi ed immotivati episodi di razzismo a danno di persone di etnia orientale, è sicuramente importante mantenere elevati i livelli di guardia, nel bene di tutti.

Sono già numerosi i decessi verificatisi in Cina e alcune persone contagiate, prontamente messe in quarantena per evitare che possano propagare il virus, sono giunte anche in Italia.

Come si può ben immaginare, il livello di attenzione deve essere massimo soprattutto per i voli provenienti dalla Cina, anche in modo indiretto: diversi collegamenti con il paese orientale sono stati cancellati e nei voli che giungono regolarmente presso gli scali italiani si adottano delle speciali forme di sicurezza.

Controlli speciali anche all'aeroporto di Torino

L'aeroporto di Torino non fa eccezione: presso lo scalo di Caselle si sono adottate tutte le procedure di verifica disposte dal Ministero della Salute con cui la Regione Piemonte, proprio come tutte le altre regioni italiane, è in costante contatto.

Tali controlli di carattere speciale hanno riguardato sia i voli provenienti direttamente dalla Cina che i voli "indiretti", dunque quelli che sono partiti dalla nazione orientale e hanno fatto, successivamente, degli altri scali, o che comunque vengono valutati come potenzialmente a rischio.

I controlli sono stati effettuati dal personale sanitario del 118 e il loro obiettivo primario è stato quello di verificare la temperatura corporea dei passeggeri appena atterrati in Italia; per il compimento di questo step si è ricorso ad uno speciale termometro digitale frontale funzionante a raggi infrarossi.

Su eventuali casi potenzialmente sospetti, a Torino proprio come in altri scali italiani, si procede con verifiche più approfondite e nel caso in cui si dovesse rilevare la presenza del virus, la persona viene messa in quarantena.

Nessun disservizio sui voli comunitari

A beneficio di chi vuol sapere se i collegamenti aerei verranno effettuati regolarmente nei prossimi mesi dallo scalo torinese, magari perché ha già prenotato un volo, è utile sottolineare che non sono previsti disservizi.

Anche nelle scorse settimane, d'altronde, i collegamenti europei operati dalle principali compagnie attive a livello comunitario, dunque Ryanair, BlueAir, AirDolomiti e AirFrance, sono stati effettuati regolarmente.

Piccoli episodi di ritardo sono stati del tutto "fisiologici", né più né meno, dunque, di quanto si verificava in assenza di quest'allarme sanitario globale; a tal riguardo è sempre utile rimarcare che il viaggiatore che incappa in situazioni di questo tipo, dunque ritardi rilevanti o cancellazioni, ha assolutamente modo di far valere i propri diritti di consumatore, magari facendosi supportare da realtà specializzate quali Italia Rimborso.

I controlli speciali continueranno nei prossimi giorni

Al di fuori di questi controlli sanitari di carattere speciale, dunque, non si segnala nulla di rilevante per i viaggiatori, sia per quelli che partiranno da Caselle che per quelli che giungeranno presso lo scalo torinese.

I controlli sanitari speciali, ad ogni modo, continueranno ad essere attivi nei prossimi giorni nei confronti dei voli che il Ministero della Salute reputa potenzialmente a rischio, di conseguenza chi giungerà in Italia su questi voli dovrà solo armarsi di pazienza e sottoporsi agli screening previsti.



MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium