/ Attualità

Attualità | 27 febbraio 2020, 11:11

Cossano Belbo lavora al ripristino delle strade danneggiate dall’alluvione dello scorso novembre

Praticamente ultimata la sistemazione del tratto franato lungo la San Bovo Piandini. Ancora chiuso il collegamento Santa Libera Cossanetto, il sindaco Noè: "Attendiamo risposte dalla Regione, se tarderanno valuteremo come intervenire"

Un particolare dei lavori di ripristino strada Piandini

Un particolare dei lavori di ripristino strada Piandini

Si sono conclusi nel rispetto della prevista tabella di marcia i lavori di sistemazione della frana verificatasi durante gli eventi alluvionali del novembre scorso lungo la strada San Bovo Piandini, in territorio di Cossano Belbo.

"Nei giorni scorsi la strada è stata riaperta al transito con grande soddisfazione dei residenti", annuncia l’Amministrazione comunale, che ha voluto ringraziare la Ditta Zucca Costruzioni di Santo Stefano Belbo per il rispetto dei tempi concordati e per l’esecuzione dei lavori. Dal sindaco Mauro Noè arrivano parole di ringraziamento anche per il tecnico comunale, geometra Luca Manzo, per il segretario, dottoressa Anna Lapadula, per la celerità con le quali hanno sbrigato le incombenze amministrative del caso.

La strada subirà ancora qualche giorno di chiusura nella parte più a monte, quindi con meno disagi per i residenti, per eseguire i lavori di tre piattaforme di consolidamento della carreggiata, due sistemazioni di attraversamenti di rii minori e la raccolta delle acque piovane in alcuni punti critici: tutti lavori finanziati con fondi ministeriali (170mila euro).

"Nel progetto – spiega ancora il sindaco – sono inserite anche alcune opere di convogliamento acque piovane sulla strada San Bovo Massapè, lavori che la ditta Bertero di Rocchetta Belbo ha già concluso con estrema professionalità, favorita anche dalla clemenza del tempo".

"Rimane ancora chiusainforma il primo cittadino la strada Santa Libera Cossanetto, i cui lavori di ripristino del manto stradale franato saranno oggetto di valutazione da parte dell’Amministrazione comunale, qualora i tempi per il loro finanziamento da parte degli uffici regionali si protrarranno a lungo".

L’Amministrazione, utilizzando lo strumento dell’ordinanza sindacale, aveva già provveduto a liberare i tratti delle strade comunali intasati dalla frane e dalle piante, e alla pulizia dei fossi, mentre per le cunette alla francese sono in corso lavori di pulizia utilizzando il personale comunale, affiancato da cittadini che svolgono i cosiddetti lavori socialmente utili.

Si tratta di interventi che interessano un territorio molto esteso, con oltre 44 chilometri di strade di competenza comunale, la cui manutenzione grava pesantemente sul bilancio comunale.

L’Amministrazione intende comunque continuare il lavoro di sistemazione dei tratti di manto stradale danneggiati (ammonta a 450mila euro la spesa per asfaltature sostenuta dal Comune negli ultimi 11 anni), utilizzando sempre fondi derivanti dall’avanzo di bilancio, appena questi saranno tecnicamente disponibili, sommati poi a quelli impegnati, ma per ora utilizzati solo in parte, per i costi di rimozione della neve e per i trattamenti antigelivi sulle strade.

Redazione

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium