/ Attualità

Attualità | 04 marzo 2020, 09:58

Ceva attiva i cantieri di lavoro per gli over 58

Saranno occupate tre persone per un anno. Dal Comune spiegano: "Un'iniziativa importante, che va a sostenere una fascia della popolazione particolarmente fragile sul mercato lavorativo"

Cantieri di lavoro (foto Comune di Ceva)

Cantieri di lavoro (foto Comune di Ceva)

Il Comune di Ceva ha aderito al bando della Regione Piemonte per l'attivazione di cantieri di lavoro rivolti a persone disoccupate, sopra i 58 anni d'età, ottenendo l'approvazione di un progetto che ne consentirà l'impiego per un anno.

"Un'iniziativa importante - sottolineano gli amministratori locali -,che va a sostenere una fascia della popolazione particolarmente fragile sul mercato lavorativo, essendo costituita da persone per le quali quest'ultimo offre poche opportunità di reinserimento e che hanno una situazione contributiva che non consente ancora loro di maturare il diritto a percepire la pensione. Il Comune di Ceva occuperà per dodici mesi tre persone sul suo territorio".

I REQUISITI - Possono candidarsi al bando i soggetti disoccupati, con età superiore a 58 anni, che non percepiscono ammortizzatori sociali e non sono attualmente impiegati in altre attività di cantiere lavoro, residenti in Piemonte da almeno dodici mesi.

LE MANSIONI - I cantieristi potranno essere impiegati dal Comune di Ceva in attività lavorative come supporto alla struttura tecnica comunale con funzioni di manutenzione ordinaria di strade-aree pubbliche-edifici di proprietà, di gestione e pulizia delle aree verdi nonché delle zone attigue, attività di supporto nell'organizzazione di eventi e manifestazioni, di realizzazione di interventi di salvaguardia ai siti turistici.

COMPENSI E COSTI - Le persone inserite nel cantiere percepiranno un'indennità lorda giornaliera di 29,70 euro, riproporzionata in base all'impegno orario del cantiere, per un massimo di trenta ore lavorative a settimana. L'assegno sarà erogato dall'Inps al lavoratore. Il Comune dovrà coprire le spese per la sicurezza nel luogo di lavoro e le coperture assicurative, oltre a sostenere i costi degli oneri previdenziali, che saranno poi oggetto di rimborso da parte della Regione.

COME FARE DOMANDA - Gli interessati, residenti nel Comune di Ceva, possono ritirare il modulo di domanda presso l'ufficio protocollo municipale, ubicato al civico 17 di piazza Vittorio Emanuele II, o, in alternativa, scaricarlo dalla sezione avvisi del sito comunale (www.comune.ceva.cn.it). L'istanza dovrà successivamente essere consegnata entro il 27 marzo a mano all'ufficio protocollo durante l'orario di apertura al pubblico. Potrà, altrimenti, essere spedita mediante posta elettronica agli indirizzi ufficio.protocollo@comune.ceva.cn.it oppure comune.ceva.cn@cert.legalmail.it.

Alessandro Nidi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium