/ Cronaca

Cronaca | 05 marzo 2020, 07:00

Anche il Motoraduno rinviato per l'allerta COVID-19

La decisione ieri, mercoledì, in serata. La Federazione Motociclistica Italiana propone il 16 e 17 maggio come data alternativa

Anche il Motoraduno rinviato per l'allerta COVID-19

L'allerta Coronavirus ferma anche il Motoraduno Internazionale di Primavera. Dopo l'annullamento di Amleto in Salsa Piccante e degli spettacoli teatrali dedicati al centenario dalla nascita di Aldo Nicolaj previsti per il 12, 13 e 14 marzo, l'annullamento della Fera ed Sant'Alban, per citare solo gli eventi di maggior rilevanza del Fossanese di cui finora è giunta disdetta, anche il Motoclub Fossano ha preso, nella tarda serata di ieri, mercoledì 4 marzo, la difficile decisione di spostare il Motoraduno di Primavera.

Tradizionalmente primo raduno nazionale dell'anno, slitterà presumibilmente il 16 e 17 maggio come da date alternative proposte dalla Federazione Motociclistica Italiana.

"Non è stata una decisione facile - ha detto il presidente del Motoclub Fossano Gianni Mina - Al momento il decreto non parla del weekend del 28 e 29 marzo, ma nel rispetto dei nostri bikers e dei nostri sponsor abbiamo deciso di non rimandare oltre la decisione. Il rischio di dover annullare o spostare troppo a ridosso dell'evento ci sembrava troppo concreto per poterlo trascurare".

Nella giornata di oggi, infatti, si sono alternate molte informazioni da parte del Consiglio dei Ministri che prospettavano un prolungamento fino a fine marzo delle manifestazioni, poi limitato al 15 marzo, "ma - ha proseguito il presidente - il motoraduno vede giungere a Fossano migliaia di motociclisti, esattamente quegli assembramenti che i decreti e il buon senso attualmente vogliono evitare".

Agata Pagani

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium