Attualità - 24 marzo 2020, 16:43

Nuovo decreto sul Coronavirus: restrizioni prorogabili fino al 31 luglio?

Perché il 31 luglio? Per allora saranno scaduti i sei mesi da quel 31 gennaio 2020 nel quale l'Italia ha dichiarato lo stato di emergenza: non è affatto automatico, però, che si arrivi davvero a quella data

Giuseppe Conte

Giuseppe Conte

In arrivo un nuovo decreto, che potrebbe essere approvato oggi dal consiglio dei ministri sul tema delle restrizioni messe in atto dal governo contro il contagio da coronavirus. Nella bozza, anticipata da alcuni quotidiani, sono previste multe fino a 4mila euro a chi non rispetta i divieti di circolazione e lo stop fino a 30 giorni per le attività commerciali.

Il testo in discussione in queste ore, prevedrebbe anche la possibilità, una volta scaduti i termini per gli attuali divieti di circolazione, compresa la chiusura delle scuole, di proroghe mensili, reiterabili fino al 31 luglio a seconda dell’andamento epidemiologico del virus.

Perché il 31 luglio? Per allora saranno scaduti i sei mesi da quel 31 gennaio 2020 nel quale l'Italia ha dichiarato lo stato di emergenza (lasso di tempo "tecnico" valido per tutte le dichiarazioni di questo tipo): non è affatto automatico, però, che si arrivi davvero a quella data. Al mutare della situazione un nuovo Dpcm rimodulerà le misure.

La misura prevede anche la possibilità da parte dei presidenti delle regioni di adottare tramite ordinanze, misure più restrittive valide ed efficaci per sette giorni, termine entro il quale dovranno essere confermate da un decreto del presidente del consiglio dei ministri.

redazione

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

SU