/ Speciale Coronavirus

| 27 marzo 2020, 16:25

Coronavirus: Mondovì consegna mascherine protettive ai cittadini over 70

Si possono richiedere, a partire dal pomeriggio di venerdì 27 marzo, telefonando al numero 0174/559201 o scrivendo a pcivile@comune.mondovi.cn.it. Attivo anche un servizio di ascolto telefonico per le persone in isolamento e in quarantena

Coronavirus: Mondovì consegna mascherine protettive ai cittadini over 70

Il Comune di Mondovì ha avviato ufficialmente la distribuzione gratuita di mascherine facciali di protezione delle vie aeree ai cittadini over 70. È infatti possibile farne richiesta a partire dal pomeriggio di oggi, venerdì 27 marzo, telefonando al numero 0174/559201 o scrivendo all'indirizzo mail pcivile@comune.mondovi.cn.it.

Una decisione che l'amministrazione comunale ha assunto dopo aver provveduto a rifornire tutti gli enti assistenziali presenti sul territorio, dal consorzio per i servizi socio-assistenziali del Monregalese alle strutture per anziani, alle quali, oltre che per il personale, sono state consegnate anche le mascherine per gli ospiti (per un totale di 150 tra l'istituto "Sacra Famiglia"e le strutture di via Nallino, via Giolitti e l'istituto "Santa Teresa").

"Ai cittadini di età superiore ai settant'anni che ne faranno richiesta - spiegano dal municipio - sarà consegnata a domicilio dai volontari di protezione civile una mascherina (nel numero di 1 dispositivo per richiedente). Le mascherine a disposizione del Comune sono attualmente di due tipi: quelle di stoffa lavabili fatte realizzare dal Comune e altre in TNT rese disponibili dall'associazione 'ASSO - Amici della Sanità per il Sud-Ovest'. I richiedenti riceveranno quelle disponibili al momento della consegna. Si precisa che non si tratta di dispositivi dotati di filtri antivirali, ma di semplici strumenti protettivi".

COME PRENOTARE LA PROPRIA MASCHERINA (VALIDO SOLO PER GLI OVER 70 RESIDENTI A MONDOVÌ):

1) telefonare al numero 0174/559201 dal lunedì al sabato dalle 9 alle 12 e dalle 14 alle 17; 

2) fornire le proprie generalità; 

3) ascoltare le istruzioni dell'operatore di protezione civile, che fornirà le istruzioni necessarie. In alternativa, scrivere a pcivile@comune.mondovi.cn.it, specificando le tue generalità e facendone richiesta. Sarà inviata una mail esplicativa da parte del Comitato di protezione civile (dallo stesso indirizzo a cui è stata mandata la mail). La consegna delle mascherine avverrà a domicilio esclusivamente da parte di volontari di protezione civile e sempre e solo dopo la vostra richiesta.

SERVIZIO TELEFONICO PER CHI È IN QUARANTENA

A partire da mercoledì 25 marzo il Comune di Mondovì ha attivato anche un servizio telefonico a supporto delle persone che si trovano in isolamento e in quarantena. "Dopo una breve formazione effettuata in collaborazione con il dipartimento di Psicologia dell'Asl Cn1 - raccontano dal palazzo municipale -, gli operatori di protezione civile hanno provveduto ad avviare il servizio e cominciato a contattare quotidianamente i concittadini in isolamento fiduciario e in quarantena, fornendo chiarimenti e informazioni, raccogliendo istanze e garantendo supporto logistico per qualsiasi necessità. Se qualche cittadino che si trova in questa condizione non è ancora stato raggiunto, può chiamare il numero 0174/559205 (comando di polizia locale), spiegando la situazione e fornendo un proprio recapito".

IL SINDACO SULLE MASCHERINE: "AD OGGI NE ABBIAMO OTTENUTE 3500"

Il sindaco di Mondovì, Paolo Adriano, ha dichiarato: "Ad oggi il Comune è riuscito a farsi produrre circa 1500 mascherine e a ottenerne altre 2000 grazie all'impegno delle associazioni monregalesi coordinate da 'A.S.S.O.', oltre a quelle già distribuite nei giorni scorsi e fornite dal Coordinamento regionale di protezione civile. Nonostante le difficoltà che si riscontrano a livello nazionale e regionale nel reperimento di nuovi approvvigionamenti, da parte nostra prosegue l'impegno nella ricerca continua di forniture. Ci siamo confrontati a lungo con gli organi competenti e con gli altri sindaci delle Sette Sorelle per valutare la possibilità di una distribuzione 'massiva' di mascherine a tutta la popolazione, che allo stato attuale delle conoscenze non eliminerebbe i fattori di rischio. Al momento, com'è noto, questi dispositivi sono una merce rara e di difficile reperimento e la priorità assoluta è che esse siano nelle disponibilità degli ospedali e comunque degli operatori sanitari. Dopo averle distribuite agli operatori in prima linea e pur continuando a distribuirle prioritariamente ad essi, abbiamo ritenuto di metterle a disposizione di quella fascia della popolazione potenzialmente più fragile, e cioè agli anziani che ne siano sprovvisti. Il Comune provvede, inoltre, a garantire la fornitura ai nostri concittadini in isolamento e in quarantena. Occorre tener presente che l'uso di una mascherina non ci esime in alcun modo dal rispetto di tutte le altre misure igienico-sanitarie. L'invito è sempre lo stresso: rispettiamo scrupolosamente le distanze interpersonali e, soprattutto, restiamo a casa. È l'unico modo per proteggerci"

Alessandro Nidi

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium