/ Speciale Coronavirus

| 29 marzo 2020, 20:26

Il consigliere comunale Rocco Pulitanò dona mascherine alla casa di riposo e agli anziani di Castelnuovo di Ceva

"L'iniziativa - ha dichiarato il diretto interessato - si aggancia a quella solidale promossa dall'Unione del Fossanese, che spero abbia sempre maggiori riscontri sul nostro territorio"

Il consigliere comunale Rocco Pulitanò dona mascherine alla casa di riposo e agli anziani di Castelnuovo di Ceva

Un altro splendido gesto di solidarietà in tempi di Coronavirus: protagonista il consigliere comunale di Castelnuovo di Ceva Rocco Pulitanò, il quale, nella giornata di sabato 28 marzo 2020, ha ritirato e donato uno stock di mascherine protettive, per poi donarle alla casa di riposo comunale, a beneficio dei suoi operatori, che potranno così lavorare in maggiore sicurezza.

Pulitanò è stato accompagnato dal sindaco del piccolo Comune della Langa cebana, Mauro Rebuffo, a cui il consigliere ha consegnato altre mascherine in dono, pronte per essere distribuite agli anziani del paese, i soggetti più fragili e potenzialmente più esposti al Covid-19.

"L'iniziativa - ha dichiarato Pulitanò - si aggancia a quella di solidarietà promossa dall'Unione del Fossanese, di cui è presidente l'amico Claudio Ambrogio, attuale sindaco di Bene Vagienna e già mio collega in Provincia. Si tratta di un'azione doverosa e sentita da parte di piccoli enti locali (proprio come Castelnuovo), che cercano in questo modo di far avvertire la loro presenza e vicinanza alla popolazione, specialmente alle fasce più deboli, e a chi lavora quotidianamente correndo i rischi più elevati dovuti all'emergenza sanitaria. Mi auguro che quest'iniziativa possa avere riscontri sempre maggiori sul nostro territorio".

Rocco Pulitanò ha quindi dedicato un pensiero all'attuale momento che tutti noi stiamo vivendo: "Ci si concentra molto, giustamente, sull'emergenza sanitaria. Ma occorre guardare oltre e cercare di interpretare i profondi segni che i giorni che stiamo trascorrendo stanno lasciando sulla nostra economia reale. Molti settori risentono già dei contraccolpi negativi che, se non si opererà presto in un certo senso, rischiano di farli precipitare in una crisi profonda. Basti pensare al settore del turismo, che ho modo di seguire da vicino in qualità di rappresentante dell'ATL del Cuneese: un comparto che forse più di tutti sta risentendo di gravi difficoltà. Serviranno interventi forti e intelligenti per uscirne".

Alessandro Nidi

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium