/ Speciale Coronavirus

| 02 aprile 2020, 08:15

Rocca Cigliè: gli aggiornamenti del sindaco sul Coronavirus

Il primo cittadino, Luigi Ferrua: "Zero casi positivi e nessuna persona in quarantena fiduciaria. Attendiamo una seconda fornitura di mascherine lavabili da distribuire ai nostri residenti"

Rocca Cigliè: gli aggiornamenti del sindaco sul Coronavirus

"Per fortuna, nel nostro Comune non abbiamo nessun caso positivo di Coronavirus e neppure persone in quarantena fiduciaria": l'annuncio giunge dal sindaco di Rocca Cigliè, Luigi Ferrua, che ha altresì rimarcato come gli uffici municipali continuino a essere operativi, limitando l'accesso del pubblico soltanto per necessità urgenti e improrogabili, previo appuntamento telefonico.

"Abbiamo dotato i dipendenti di protezioni individuali e installato una vetrata sul bancone dello sportello - ha proseguito il primo cittadino -. Abbiamo anche informato i cittadini, mediante alcuni comunicati, delle restrizioni e delle norme igieniche da rispettare durante questa emergenza sanitaria. In più, il Comune si è adoperato al fine di reperire mascherine lavabili e consegnarle ai residenti che ne hanno fatto richiesta. Stiamo aspettando una seconda fornitura da distribuire ad ogni abitante, il cui costo sarà sostenuto direttamente da me".

Un'ulteriore novità riguarda la consegna di merci a domicilio con l'ausilio del servizio dell'Unione Montana "La Matota" e attraverso un servizio parallelo che coinvolge i volontari del soccorso; del resto, a Rocca Cigliè non vi sono negozi e dunque, per evitare gli spostamenti, si è deciso anche di istituire la consegna settimanale in piazza di frutta e verdura fresche.

Il sindaco ha infine commentato: "Mi auguro che passi presto quest'emergenza sanitaria, senza mietere troppe vittime e che non abbia ripercussioni economiche troppo gravi. Questa situazione deve farci ragionare sulla globalizzazione e far apprezzare di più i piccoli paesi, ove molti si sono rifugiati dalle grandi città. È indispensabile, passata l'emergenza, riaprire a Rocca Cigliè un esercizio di vicinato di generi alimentari, per il quale avevamo già predisposto il bando prima che deflagrasse la pandemia. Dal punto di vista della solidarietà, oltre alle donazioni spontanee da parte di privati cittadini agli ospedali, il gruppo Alpini locale ha devoluto una somma per la fornitura di DPI ai nosocomi della zona".

Alessandro Nidi

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium