/ Politica

Politica | 06 aprile 2020, 18:14

Rai, Lega “In trasmissioni tv relazione su allevamenti e Coronavirus pericolosa. Informazione non corretta! ”

Lo scrivono i parlamentari della Lega, Paolo Tiramani, capogruppo in Commissione di Vigilanza, Giorgio Maria Bergesio, Massimiliano Capitanio,, Dimitri Coin, Umberto Fusco, Igor Iezzi e Simona Pergreffi, insieme a loro Gian Marco Centinaio già Ministrondell’Agricoltura, in un quesito in Commissione Vigilanza Rai.

Rai, Lega “In trasmissioni tv relazione su allevamenti e Coronavirus pericolosa. Informazione non corretta! ”

“Nella  puntata del 28 marzo scorso di ‘Sapiens’, trasmissione condotta da Mario Tozzi, e in quella del 29 marzo scorso di ‘Indovina chi viene a cena’, di Sabrina Giannini, è stato insinuato un pericoloso e insussistente collegamento fra la zootecnia come causa all’origine dell’epidemia da Coronavirus, come denunciano le Associazioni del mondo zootecnico italiano”.

Lo scrivono i parlamentari della Lega, Paolo Tiramani, capogruppo in Commissione di Vigilanza, Giorgio Maria Bergesio, Massimiliano Capitanio,, Dimitri Coin, Umberto Fusco, Igor Iezzi e Simona Pergreffi, insieme a loro Gian Marco Centinaio già Ministrondell’Agricoltura, in un quesito in Commissione Vigilanza Rai.
“Che programmi di approfondimento, in onda sulle reti pubbliche, additino il sistema zootecnico come maggiore responsabile dell’inquinamento terrestre, stigmatizzando l’allevamento, fino a suggerire pericolose ed insensate associazioni fra coronavirus e produzione e consumo di carne, mai dimostrate, è davvero grave - proseguono gli esponenti del Carroccio -. Il settore agroalimentare italiano, in particolare quello legato alla zootecnia con i suoi 250 mila lavoratori, 270 mila aziende agricole e di trasformazione, sta facendo un enorme sforzo per continuare a garantire ai consumatori, nonostante le difficoltà oggettive e le limitazioni, l’approvvigionamento di cibo”.

E concludono:” Ci aspettiamo, com’è nella missione del servizio pubblico generale radiotelevisivo, che si torni a garantire, specie in un momento così delicato, un’informazione tecnica corretta e puntuale, supportata da solide basi scientifiche e non si continui con una programmazione che induce invece i telespettatori nel convincimento scientificamente scorretto che pandemia da Coronavirus e allevamenti convenzionali siano in qualche modo collegati, producendo un enorme danno a carico dei principali settori del Made in Italy”.

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium