/ Attualità

Attualità | 09 aprile 2020, 20:00

Corneliano piange la scomparsa di Riccardo Martino, vinto dal Covid all’ospedale di Novara

Le toccanti parole del sindaco cornelianese Alessandra Balbo: "Fino all’ultimo abbiamo sperato che ce la facesse. Faremo di tutto per essere vicini alla famiglia". La passione per la politica nel ricordo del consigliere regionale Ivano Martinetti

Riccardo Martino, classe 1955, in una foto tratta dal suo profilo Facebook

Riccardo Martino, classe 1955, in una foto tratta dal suo profilo Facebook

"Fino alla fine abbiamo sperato che ce la facesse, per lui e per la sua famiglia, per i suoi figli, per i quali era davvero molto presente. Ora ci rimane una tristezza che sento appartenere profondamente a tutta la nostra comunità. Faremo di tutto, pur nella distanza di questi giorni, per essere vicini ai suoi cari".  

E’ un dolore sincero e commosso quello che accompagna le parole con cui il sindaco di Corneliano Alessandra Balbo conferma la scomparsa di Riccardo Martino, suo concittadino classe 1955, vittima dell’infezione che lo ha colpito una ventina di giorni fa.

Originario del Torinese, da ormai quarant’anni Martino viveva nel centro roerino, dove era molto conosciuto e stimato. Ormai in pensione dopo aver a lungo lavorato prima presso l’Ondalba di Baldissero d’Alba e quindi presso la Ica di Corneliano, e fino a pochi giorni fa ancora attivo come collaboratore di quest’ultima, Martino si è spento nel pomeriggio di ieri, mercoledì 8 aprile, all’Ospedale Maggiore di Novara, dove era stato trasferito visto l’acuirsi dei sintomi del Covid dopo il primo ricovero all’ospedale di Alba.

La sua scomparsa ha destato cordoglio anche nel mondo della politica albese. A ricordarne la figura è in particolare Ivano Martinetti, consigliere regionale del Movimento Cinque Stelle, del quale Martino era stato un convinto attivista.

"Sei stato prima di tutto un grande amico, un prezioso sostenitore e un attivista senza peli sulla lingua – ha scritto oggi Martinetti attraverso i suoi canali social –. Non dimenticherò i tuoi consigli, le tue critiche sempre costruttive, la tua voglia di fare. Mi hai insegnato tanto con le tue parole e il tuo esempio. Grazie. Un grande abbraccio ai familiari".

Ezio Massucco

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium