/ Attualità

Attualità | 09 aprile 2020, 19:34

Settimana Santa: iniziano i riti del Triduo pasquale, funzioni senza fedeli da seguire in video

"Le celebrazioni saranno vissute nelle vostre case, con le vostre famiglie, piccole chiese domestiche", sottolinea il vescovo di Saluzzo Monsignor Cristiano Bodo

il vescovo di Saluzzo Cristiano Bodo

il vescovo di Saluzzo Cristiano Bodo

Una Settimana Santa diversa in tutto il mondo per la pandemia da Covid-19, che ha chiuso le porte alle funzioni religiose del momento più importante dell’anno liturgico. Come ha chiuso il Santo Sepolcro a Gerusalemme. Non accadeva dal 1349 quando la peste nera cominciò a diffondersi in Terra Santa.

La Pasqua non si sposta ma i riti cristiani come è già avvenuto per la Domenica delle palme, saranno senza il  concorso di popolo. Iniziano oggi i riti del Triduo pasquale.

Monsignor Cristiano Bodo, vescovo della Diocesi di Saluzzo ha concesso al nostro giornale la sua riflessione. “Il Coronavirus ha cambiato il nostro stile di vita e non solo. Ha cambiato anche il modo di esprimere la nostra fede, il nostro essere cristiani. Ci manca il nostro ritrovarci insieme come comunità intorno alla mensa della Parola e dell’Eucaristia, e questo non lo possiamo nascondere. Le nuove condizioni in cui ci troviamo ci impongono di scegliere nuovi modi per celebrare il mistero della Pasqua.

Le celebrazioni del Triduo pasquale avverranno tutte senza concorso di popolo. Si potrà seguire la Santa Messa in Coena Domini, che segna l’inizio del Triduo pasquale su Telecupole stasera giovedì 8 aprile. Alle 18.

Le altre celebrazioni saranno vissute nelle vostre case, con le vostre famiglie, piccole chiese domestiche".

Potrà essere d’aiuto suggerisce monsignor Bodo un sussidio per la preghiera in famiglia, contenuto nell’inserto del Corriere di Saluzzo, distribuito gratuitamente in edicola e nelle chiese.

Sabato 11 aprile, Sabato santo giorno del silenzio e della preghiera, alle 17 avrà luogo l’ Ostensione straordinaria della Sindone, a cui i fedeli potranno assistere in diretta Tv o sulle piattaforme social.  L'Arcivescovo di Torino, monsignor Cesare Nosiglia, guiderà ad una liturgia di preghiera e contemplazione davanti al Sacro lino.

“L’ostensione - sottolinea il vescovo di Saluzzo ci permetterà di contemplare i segni della passione di Cristo che, nel giorno del silenzio, ci permetterà di stare nel Signore anche durante la sua assenza. Sarà sicuramente un evento di forte spessore che ci farà sentire più vicina la sofferenza dei nostri fratelli che stanno vivendo momenti difficili, senza dimenticare che il Signore, anche in questo suo silenzio, ha già vinto la morte! “.

Le indicazioni generali su come vivere questa settimana di avvicinamento alla Resurrezione sono state date dalla Congregazione per il Culto Divino, dalla Segreteria della Cei e dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, recepite dalle varie diocesi.

Per la Diocesi di Saluzzo il vescovo Bodo, confermando la sospensione delle celebrazione religiose senza fedeli, ha disposto la celebrazione della messa del Giovedì Santo, con l’omissione della lavanda dei piedi e l’omissione della processione.

Nell’orientamento inviato ai sacerdoti delle parrocchie, raccomanda  nelle celebrazioni del Venerdì Santo, una intenzione speciale alla grave emergenza sanitaria. E, che l’atto di adorazione della Croce mediante il bacio sia limitato al solo celebrante.

Per quanto riguarda la Veglia pasquale sono rinviati i battesimi, mantenendo soltanto il rinnovo delle promesse battesimali. I catecumeni riceveranno il sacramento probabilmente nella veglia di Pentecoste.

I matrimoni e battesimi di aprile e maggio sono rinviati a data da definirsi. La Confessione deve avvenire fuori dal confessionale a distanza e con mascherine. 

Nell’impossibilità di accostarsi al sacramento, anche il desidero di ricevere l’assoluzione accompagnata da una preghiera  di pentimento comporta l perdono dei peccati. 

Una celebrazione della Pasqua che resterà nella storia, da vivere in preghiera  dal salotto di casa, dall’ ospedale o casa di riposo con gli occhi al televisore.

Sarà possibile seguire le celebrazioni del Santo Padre attraverso i media della Cei da TV 2000 a Info Blu, oltre le dirette di RAI 1. 

Tv2000 (canale 28 e 157 Sky)  in collaborazione con Vatican Media, trasmetterà in diretta tutte le celebrazioni del Triduo con Papa Francesco: giovedì 9 alle 18 la messa in Coena Domini;

venerdì 10 alle ore 18 in diretta la celebrazione della Passione e alle 21.00 la Via Crucis sul sagrato della basilica di San Pietro in Vaticano;

sabato 11 alle ore 21 in diretta dalla Basilica vaticana la veglia pasquale; domenica 12 aprile alle 11 la messa di Pasqua e la benedizione “Urbi et Orbi” e alle 21.05 l’intervista integrale a Papa Francesco protagonista del programma “Io Credo”;

lunedì 13 aprile alle ore 12 la recita della preghiera Regina Coeli.

 

vilma brignone

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium