/ Eventi

Eventi | 10 aprile 2020, 08:48

La "suonata delle conchiglie" di Castagnito ai tempi del coronavirus diventa flashmob

Allo scoccare del mezzogiorno di sabato 11 aprile l'annuncio del Sabato Santo - giorno del grande silenzio - da parte di trenta appassionati suonatori residenti in paese

La "suonata delle conchiglie" di Castagnito ai tempi del coronavirus diventa flashmob

Da sempre il belvedere Castel Verde di Castagnito, altura che sormonta il paese, fa da teatro a una storica e sentita tradizione che vede attraverso il suono delle conchiglie marine anziché quello delle campane della parrocchiale di San Giovanni Battista, l'annuncio delle ore 12 del Sabato Santo - giorno del grande silenzio, della solitudine e di lutto per la morte di Gesù -.

Quest'anno, vista l'emergenza Coronavirus, il rito non potrà  svolgersi come è sempre avvenuto, riunendo insieme a mezz'arco tutti i trenta suonatori di conchiglie marine. Ed ecco che arriva dalla Pro Loco Castagnitese una proposta in chiave moderna: l'invito di una "suonata delle conchiglie" in stile flashmob dai balconi o dai cortili di casa allo scoccare del mezzogiorno di sabato 11 aprile.

"Tutti avevamo in casa le conchiglie marine che venivano custodite e tramandate di famiglia in famiglia e, aspettavamo sempre il momento giusto dell'anno per poterle suonare - racconta Elio Allerino, uno degli storici suonatori -. Poi, la tradizione si interruppe per una decina di anni, tant'è che nel '77 eravamo solo in due a suonare le conchiglie. Essendo ai tempi il segretario della Pro loco, abbiamo cercato nuovamente di valorizzare l'ancestrale tradizione facendola tornare in voga tra i giovani e giovanissimi del paese. Oggi è una delle più belle culture del nostro paese e siamo una trentina di appassionati suonatori delle conchiglie marine"


"Negli anni passati sentivamo il suono delle conchiglie provenire anche da Castellinaldo
- spiega il presidente della Pro Loco castagnitese, Gaudenzio Allerino - , quindi c'è qualcun altro che ha la nostra stessa tradizione antica e la porta avanti. Oggi pomeriggio mentre mi accingevo ad andare al lavoro nelle vigne ho notato le conchiglie adagiate al sole sul davanzale della finestra di casa di un mio concittadino: le stava preparando per l'occasione. Le più grandi misurano anche 12 cm di larghezza per 20 cm di lunghezza e ce ne sono di diverse forme lisce e a punta. Per la maggiore sono di colore sabbia, eccetto qualcuna rosso mattone. Per poterle suonare facciamo un piccolo foro con un trapano, poi viene emesso un soffio come fosse uno strumento musicale, ma unico e particolare. Lasciar perdere ci dispiaceva - conclude Gaudenzio - abbiamo quindi adottato questo nuovo modo di comunicare, mantenendo le giuste distanze. C'è fermento in paese per l'iniziativa che abbiamo escogitato e, sono certo, che sarà molto partecipatata dalle case dei compaesani con il loro silenzio e al momento giusto con i meritati applausi ai sempre fedeli suonatori"

Tiziana Fantino

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium